KL from the 18th - a philippine-italian brew…


Home sweet home

 
Abiti tipici filippini - Philippine national dresses

Dovete sapere che, dato che a settembre il nostro contratto di affitto scade, Nina ed io abbiamo deciso di comprare un appartamento; e così ieri siamo andati a vederne qualcuno, dopo aver risposto a degli annunci sul giornale. L’agente immobiliare ci ha portati in un grande appartamento, ma in una zona non proprio delle migliori. L’appartamento era abbastanza sporco, una cattiva pubblicità per un’agenzia immobiliare; arrivati alla finestra, la signora ci fa: “ed ora ammirate la meravigliosa vista delle Twin Towers!”, ma non si vedevano altro che i parafulmini (non sapeva a che tipo di vista siamo abituati noi), e sotto una specie di baraccopoli, veramente squallido. Comunque finita la visita l’agente aveva appuntamento con un’altra coppia per mostrare un'altra unità, così per curiosità abbiamo deciso di vederla anche noi. Ad un certo punto l’agente ci dice (a me e Nina): Vedete, l’appartamento è veramente un ottimo affare, molto migliore di questo, sicuramente un affare migliore!”. Ma si può, con due possibili acquirenti davanti, sminuire così il posto che si vuole vendere? Sono rimasto senza parole… Ah, tra l’altro l’ha menata della vista anche nel secondo posto, ed era ancora peggio del precedente.

Alla fine siamo andati a vedere il condominio dove abita un nostro amico, un bel posto, se avremo fortuna vedrete presto di cosa si tratta.

Ah, nella foto siamo io e Nina, con indosso gli abiti nazionali filippini, pronti per andare alla celebrazione dell’indipendenza delle Filippine, che si è tenuta presso l’ambasciata delle Filippine.

 

You have to know that, since next September our rental contract is expiring, Nina and me have decided to buy an apartment; so yesterday we went to visit a few units, after answering to the newspaper classifieds. The agent took us to a big apartment, but not in the best area. It was also quite dirty, not a good image for a real estate agency; when we arrived at the window the agent told us: “and now admire the amazing view of the Twin Towers !”, but we could see nothing but the lightening rods (she did not know which view we are used to), and around the condo a kind of barracks suburb.

Anyway, at the end of the visit the agent had an appointment with another couple for showing another unit, so we joined them just for our curiosity. At one point she tells us (to me and Nina): “You see? The unit I showed you is much better, a real better buy!”. Is it possible, in front of possible buyers, say that the apartment they are viewing is not that great?? I really was without words… Ah, furthermore she also tried to amaze us with the stupid view of the Twin Towers once again.

In the end we went to visit a condo where a friend of ours lives, a nice place, if we are lucky you will see what is that about soon.

Finally, the picture is us last Sunday, wearing the national Filipino clothes, ready to go for the Independence celebration at the Philippines Embassy.

Massimo 

3 Responses to “Home sweet home”

  1. Sherissa Says:

    Hey…I miss reading from you both. I hope everything ok there at your end. Take care!

  2. pon Says:

    update, update, update……

  3. Luca Says:

    Allora vi sposate?

Leave a Reply