ANZAC Day

Postato giovedì 26 aprile 2007 alle 16:58 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Cultura australiana.

Ieri, 25 aprile, in Australia era festa nazionale, come in Italia. La celebrazione pero’, anche se simile, non e’ la stessa. Si ricorda infatti lo sbarco delle forze australiane e neozelandesi a Gallipoli, in Turchia, durante la prima guerra mondiale ma anche più generalmente i caduti aussie e kiwi di tutte le guerre. La festa e’ chiamata ANZAC Day (Australian and New Zealand Army Corps) ed e’ celebrata in Australia, Nuova Zelanda e alcune isole del pacifico. Essendo festa nazionale, tutti gli uffici e gran parte della attività commerciali erano chiuse e in citta’ si svolgevano varie cerimonie celebrative. Purtroppo il maltempo che imperversa da domenica sera, pioggia e basse temperature, ha guastato gran parte degli eventi in programma all’aperto.

Per ciò che ci riguarda, non possiamo dire di aver partecipato ad alcuna manifestazione, eccezion fatta per una festa a casa di tre ragazzi friulani che abbiamo conosciuto tempo fa. Il party, a base di pizza fatta in casa, e’ iniziato nel tardo pomeriggio per proseguire poi fino alla sera (notte) in un altro appartamento di un ragazzo australiano, decisamente benestante, che tra le varie perle aveva un idromassaggio all’aperto… Il gruppo di 15-20 persone presente alla festa era principalmente formato da viaggiatori da vari paesi con netta prevalenza di italici ovviamente. A causa del mio mattutino risveglio previsto per oggi, noi abbiamo levato le ancore verso le 23, ma sono sicuro che i bagordi sono continuati ben oltre…

Anche nel weekend in arrivo i momenti per svagarsi non mancheranno: domani sera festa di addio di una ragazza veneziana che torna in patria e sabato festa di compleanno a Kings Cross di un ragazzo ceco con cui ultimamente facciamo spesso serata. Tutto questo in attesa di un altro appuntamento degno di nota in arrivo tra dieci giorni, la mia festa di compleanno congiunta con Erika, che proprio oggi spegne ventisei candeline sulla torta! Auguroni!

Tags: , , ,
5 commenti

Weekend di conoscenze

Postato venerdì 23 febbraio 2007 alle 12:15 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita sociale.

E' passato un po' di tempo dall'ultima volta che ho scritto ma col nuovo lavoro non ho avuto molto tempo.

Sabato scorso siamo stati ad una festa di una mia amica giapponese che dopo un anno e mezzo di permanenza, torna in Giappone. La festa era a casa sua, un appartamento super incasinato dove vivono in tutto dieci persone e il divertimento era assicurato. Abbiamo anche conosciuto un ragazzo di Livorno molto simpatico con cui abbiamo fatto gruppo tutta la serata, divertendoci molto. Lui e' arrivato qui da solo quasi sei mesi fa ed e' sempre stato a Sydney, lavorando e divertendosi in giro. Tra una settimana torna in Italia. Ci siamo messi d'accordo per trovarci ancora quando saremo tornati per ricordare i bei tempi trascorsi qui e farci una bevuta tutti insieme. La festa stava procedendo bene quando all'improvviso sono entrati in casa sette poliziotti che hanno spento la musica e detto a tutti i non residenti di uscire. Li ha chiamati la sicurezza dell'edificio che ha ricevuto diverse lamentele per i rumori provenienti dall'appartamento. Cose che pensavo di vedere solo nei film americani tipo American Pie… Incredibile! Con varie scuse tutti tentavano di rimanere alla festa: io mi sono appostato in bagno, Manuel diceva in giro di abitare li' mentre Riccardo ha mollato quasi subito. Niente da fare, dopo pochi minuti eravamo tutti in strada. Fine della festa.

Era impossibile riuscire a svegliarsi presto Domenica dopo le ore piccole che abbiamo fatto Sabato notte… Comunque… Vista la bella giornata, nel pomeriggio ho deciso di andare a fare un giretto a Brighton-Le Sands, il bel quartiere sulla spiaggia a pochi minuti da casa nostra. Mentre stavo camminando ho incrociato un signore e due signore sulla sessantina e ho sentito di sfuggita delle frasi in un qualche dialetto veneto. Ho allora "attaccato bottone" in italiano. Con grande sorpresa ho scoperto che sono immigrati di Vicenza e Treviso, arrivati qui 40 anni fa per cercare fortuna. Ho passato con loro una piacevole mezz'ora a chiaccherare in un divertente veneto-italiano-inglese di vari argomenti, da come erano i tempi quando sono arrivati loro a com'e' adesso la situazione in Italia. Dopo cosi' tanti anni si ricordano ancora l'italiano e persino il dialetto, a parte qualche parola che gli veniva meglio in inglese… Mi ha fatto davvero piacere questo inaspettato incontro perche' mi sono accorto che anche se sei dall'altra parte del mondo, a volte casa tua e' molto piu' vicina di quanto pensi.

Tags: , , ,
2 commenti

Backpackers nights

Postato venerdì 16 febbraio 2007 alle 17:26 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita sociale.

Una delle belle cose di Sydney e' che se si ha voglia di uscire e andare a divertirsi non bisogna per forza aspettare il weekend perche' ogni sera c'e' sicuramente un locale pieno di gente da qualche parte e quindi basta soltanto informarsi su quali sono i posti migliori in base al giorno. Ed ovviamente noi non ci tiriamo indietro di fronte alle possibilita' che questa incredibile citta' ci offre.

Questa settimana abbiamo deciso quindi di fare doppietta: siamo usciti sia martedi' che mercoledi' sera, The Gaff e Side Bar rispettivamente, locali frequentati esclusivamente da backpackers. Cosa sono i backpackers? Ragazzi tra i 20 e i 30 anni che passano un po' di tempo lontano da casa per viaggiare e vedere il mondo, generalmente "zaino in spalla". All'incirca come noi insomma. Il risultato e' un mix di persone e lingue diverse tra loro, dove la diversita' e' la regola e dove e' naturale e molto semplice conoscere gente nuova e fare amicizia, il tutto in un ambiente di festa. Ecco perche' ci piacciono tanto questi posti…

Le due serate sono state divertenti e piacevoli ma anche stancanti e quindi giovedi' e' stato dedicato al riposo casalingo…

Le news sugli altri fronti sono le seguenti:

  • Domenica scorsa siamo stati a Manly Beach, una localita' a circa 40 minuti di traghetto dal centro, molto carina e giovane, dove abbiamo passato la giornata in spiaggia.
  • Lunedi' prossimo inizio il mio nuovo lavoro a North Sydney. La pacchia e' finita insomma…
  • Manuel ha cominciato lunedi' scorso come cameriere da Zia Pina e sembra si trovi bene.
  • Aggiornamento classifica Monopoli: Ricky 10, Lucio 8 e Manuel 6. La sfida continua…
  • Ieri sera (giovedi') e' iniziata qui la terza serie di Lost.

Per il momento e' tutto. A risentirci presto. Passo e chiudo.

Tags: , , , ,
6 commenti

Scende la pioggia

Postato giovedì 25 gennaio 2007 alle 16:41 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Come non detto. Appena mi sono sbilanciato un attimo sul bel tempo degli ultimi giorni, ecco puntuale tornare la pioggia e il maltempo su Sydney.

Tutto e' cominciato martedi' sera mentre eravamo in coda (all'aperto) per entrare al Gaff, quando una discreta pioggia ha iniziato a cadere. Fortunamente non e' durata per tutti gli oltre novanta (90!) minuti di attesa fuori dal locale. Ieri e oggi la situazione non e' cambiata di molto: cielo coperto e ogni tanto un acquazzone. Ieri sera sembrava essere tornato il sereno ma si trattava di falso allarme. Mi dispiace soprattutto per Ale, ormai prossimo al rientro in patria, che sta rinunciando per forza di cose ad alcune visite in programma. Speriamo almeno che domani ci sia il sole.

A proposito, domani in Australia si festeggia l'Australia Day. Questa importante festa nazionale celebra l'arrivo della Prima Flotta di navi a Port Jackson, nei pressi di Sydney, il 26 gennaio 1788, dando di fatto inizio alla colonizzazione dell'isola. Tutto questo si traduce per noi mortali in weekend lungo con super festa stasera. Giunge al termine quindi l'addestramento di Ale (dimostratosi anche un ottimo autodidatta), con l'ultimo appuntamento nel quartiere della perdizione per eccellenza, Kings Cross, che abbiamo tenuto volutamente alla fine per attendere che l'allievo fosse pronto. A presto per verificare se gli insegnamenti hanno avuto effetto oppure no…

Tags: , , , ,
Scrivi un commento

La ricerca continua…

Postato domenica 8 ottobre 2006 alle 17:21 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita domestica.

Finiremo qua sotto a dormire?

Nonostante il grande impegno profuso negli ultimi giorni nella ricerca dell'appartamento, siamo ancora bloccati in ostello. Non ci lamentiamo dell'attuale alloggio, molto piu' bello e ben posizionato del primo, pero' vorremmo quanto prima chiudere il capitolo "abitazione" per poterci finalmente concentrare sulla ricerca di un lavoro. Abbiamo visionato diversi appartamenti tra giovedi' e venerdi' e aspettiamo con trepidazione notizie per domani mattina: avremmo infatti individuato un bel posticino in cui stabilirci ma siamo in lotta con altri due potenziali affittuari e quindi non ci resta che sperare…

Nel weekend abbiamo avuto qualche assaggio della nightlife di Sydney, ci sono moltissimi bar, pub e discoteche sparsi per la citta' e quindi se si ha voglia di divertirsi le opportunita' non mancano di certo. Venerdi' siamo stati per tutta la serata in un bar circondato da grattacieli, frequentato principalmente dagli impiegati delle banche nelle vicinanze, che dopo una settimana di lavoro, amano alzare un po' il gomito nel fine settimana…

Oggi siamo stati a Bondi Beach, la spiaggia piu' famosa della citta' e forse di tutta l'Australia, e dobbiamo dire che vale tutte le belle parole che si spendono su di lei: sabbia bianchissima e immacolata, acqua molto pulita e cristallina (ma a temperatura ghiaccio) e servizi efficienti tutto intorno, tra cui bar, ristoranti, zone verdi, trasporti e noleggi vari. Purtoppo non siamo rimasti molto a lungo perche' il tempo e' improvvisamente peggiorato in pochi minuti e si e' alzato un vento fortissimo e freddo che ha svuotato l'intera spiaggia.

Tags: , , , ,
4 commenti

Pagina 4 di 4:1234