Chi non muore si rivede

Postato martedì 15 gennaio 2013 alle 11:00 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Vista del Sydney Harbour Bridge dal mio ufficio

A distanza di quasi due anni dal mio ultimo post su questo blog, eccomi a dare mie notizie di nuovo. I miei fans possono dormire sonni tranquilli, non mi e’ successo niente di grave durante tutto questo tempo, anzi. Le ragioni per cui ho smesso di scrivere sono molto semplici: in parte blocco dello scrittore, in parte la routine che prende il sopravvento ma soprattutto meno tempo a disposizione per dilettarmi con carta e penna digitali.

Ancora non ho pensato se e quando tornerò a postare con regolarità ma mi piacerebbe provare a darmi un calendario di articoli almeno mensile, per tornare a descrivervi la mia vita a Sydney dopo oltre sei anni a queste latitudini, anni durante i quali molto cose sono cambiate, in Australia, in Italia e ovviamente anche nella mia vita personale. Non posso promettere che ce la farò, però devo ammettere che anche grazie ad alcuni blog che sto seguendo ultimamente la voglia di scrivere mi sta tornando e fortunatamente dopo cosi tanto tempo due o tre cosette da scrivere le ho in mente…

Se questa rinascita del blog dovesse diventare realtà, potrei anche pensare di dare una bella rinfrescata alla veste grafica, ancora ferma ai trend del glorioso 2006, anno in cui sono sbarcato down under, magari con l’aiuto di Manuel, che nel frattempo e’ diventato un guru di WordPress, ovvero la piattaforma di blogging sui cui e’ basato questo sito, anch’essa ovviamente bisognosa di un dovuto aggiornamento.

Tags: , , , ,
4 commenti

Big news, pt. 2

Postato giovedì 6 gennaio 2011 alle 11:47 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita domestica.

La seconda grossa novità recente e’ il trasloco in un nuovo appartamento, avvenuto circa un mese fa, all’inizio di dicembre. Dopo poco più di tre anni abbiamo infatti lasciato Burwood per una zona più centrale, nei pressi di Central Station, a ridosso della città.

L’avvicinamento al centro e’ stata la ragione principale dello spostamento, unita alla voglia di essere più vicini anche al lavoro e alle spiagge degli Eastern Suburbs. Ora oltre al treno e naturalmente al motorino, abbiamo anche molti autobus a disposizione nei dintorni e anche uscire a piedi e’ alla portata. Inoltre, ora prendere un taxi per tornare a casa velocemente non e’ più oneroso come prima.

Tutti questi benefici pero’, si sa, hanno un prezzo. Il nuovo appartamento infatti, simile in caratteristiche e dimensioni a quello vecchio ma decisamente più recente e in migliori condizioni, costa circa il 20% in più di affitto, in linea con gli aumenti degli ultimi mesi a Sydney e con la media della zona.

Il trasloco ce lo siamo fatto da soli e, con l’aiuto prezioso di Loris, siamo riusciti a trasferire tutto in un weekend, facendo un paio di giri con il camioncino noleggiato per l’occasione. Pulire e sistemare la casa nuova invece sono un altro paio di maniche e, a distanza di un mese, non abbiamo ancora finito del tutto…

Tags: , , , ,
4 commenti

Visite

Postato lunedì 16 agosto 2010 alle 12:03 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Martedì scorso poco dopo le 6 di mattina, con un volo Etihad proveniente da Verona via Francoforte e Abu Dhabi, e’ arrivata la famiglia di Manuel al completo a farci visita. Ad accompagnare Renato, Lorena, Nadia e il suo ragazzo Daniele, anche Sergio, Paola e Elena, loro amici di famiglia. Il gruppo si intratterrà in Australia per circa tre settimane, fino al 28 agosto.

La loro vacanza e’ iniziata subito in salita – uno spiacevole imprevisto con le camere fermate da Manuel a Burwood vicino a casa nostra ha di fatto compromesso tutto il primo giorno a Sydney – ma fortunatamente tutto si e’ poi risolto per il meglio e ora la comitiva si sta gustando quello che Sydney ha da offrire in queste ultime settimane di inverno.

Nonostante il vento freddo che sta spazzando la città in questi giorni – che da’ comunque vita a delle limpidissime giornate di cielo azzurro – il gruppo ha già macinato chilometri avanti e indietro tra le maggiori attrazioni turistiche e luoghi di interesse, tra cui ovviamente Opera House, Harbour Bridge, The Rocks, Manly, Chinatown, Watson’s Bay e Royal National Park.

Le prime impressioni sono state molto positive, grazie anche ai nostri preziosi suggerimenti di guide improvvisate, e la stanchezza che generalmente assale i nostri ospiti la sera dopo cena e’ sinonimo di giornate piene e intense. Questa settimana ci sarà comunque spazio per recuperare un po’ di energie, in vista della “vacanza nella vacanza” di Cairns in Queensland, alla quale parteciperò anch’io, a partire da giovedì sera.

Tags: , , , , ,
5 commenti

Vergogna Italia

Postato venerdì 25 giugno 2010 alle 15:52 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Blog.

L’Italia e’ uscita dal Mondiale sudafricano, finendo ultima nel girone eliminatorio, sconfitta dalla Slovacchia nella terza e decisiva partita del gruppo dopo due modesti pareggi. Un risultato cosi negativo non capitava da Germania 1974 e molti parlano di “peggiore nazionale italiana di sempre”. Di certo l’Italia campione del mondo in carica e’ apparsa scialba, priva di idee, intimorita e rinunciataria.

Ovviamente, l’allenatore e i giocatori sono i principali imputati per questa disfatta ma le cause sono anche altre, tra cui una federazione poco presente e un livello generale del calcio italiano che appare ridimensionato dopo Germania 2006, quando peraltro molti giocatori erano già sulla via del tramonto. Inoltre i giovani non sembrano avere quelle qualità necessarie ad eccellere nel calcio moderno.

Nel menu di destra ho creato un sondaggio per chiedere la vostra opinione su chi siano i responsabili di questo disastro sportivo, esprimete massimo due preferenze. Per ciò che riguarda il sondaggio precedente su chi fosse la favorita per la vittoria finale, appare ora chiaro quanto (disilluso) ottimismo ci fosse nell’aria: l’Italia era in cima con il 42% dei voti, seguita nell’ordine da Inghilterra (18%), Argentina (10%), Brasile (10%), Spagna (10%) e Germania (2%).

Per me, questo mondiale e’ molto strano. Soprattutto per ragioni cosiddette “ambientali”: per le 8 ore di fuso orario che piazzano molte partite nel bel mezzo della notte, per il clima freddo e ovviamente perché qui la nazionale di casa e’ l’Australia. Tutti fattori che hanno contribuito a farmi sentire meno le partite dell’Italia, almeno fino ai vari fischi d’inizio, quando invece la tensione era alta.

Quasi tutte le partite che ho visto, le ho viste a casa comodamente adagiato sul divano, sfruttando molto poco (finora) il FIFA Fan Fest a Darling Harbour, evento ufficiale organizzato in sole sei città al mondo per permettere ai fans di riunirsi e tifare i loro beniamini in zone famose della città. Oltre a Sydney, dove i maxischermi sono installati sull’acqua a Cockle Bay e nel retrostante Tumbalong Park, l’evento e’ presente anche a Rio de Janeiro, Citta’ del Messico, Parigi, Berlino e Roma.

Tags: , , , , , ,
Scrivi un commento

Ritorno al gelo di Sydney

Postato martedì 15 giugno 2010 alle 16:10 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Eccomi qui, le ferie sono finite e sono rientrato regolarmente a Sydney. Sono state tre settimane molto piacevoli ma intense, con spazio sia per il (meritato) riposo sia per l’esplorazione e il turismo. Thailandia, Corea e Giappone sono tre paesi molto interessanti e diversi tra loro e nei prossimi giorni ci sarà tempo e modo di approfondire.

Durante la mia assenza Sydney e’ stata piuttosto piovosa e, a partire dalla scorsa settimana, molto fredda, con temperature minime sui 4-5 gradi nella zona dove viviamo (ma che sembrano molti di meno). Inoltre, i Mondiali sono cominciati e sono i primi per me con 8 ore di fuso orario a rendere le notti più insonni e i giorni un po’ più pesantini…

Tags: , , , , ,
1 commento

Pagina 1 di 6:123456