La fine di un’epoca

Postato mercoledì 27 ottobre 2010 alle 15:51 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Dopo tre anni di studio, libri, lezioni, esami, compiti a casa, aromi indiani, riunioni e semestri, il nostro eroe Manuel sembra aver finalmente raggiunto la tanto agognata libertà. Manca solo la formalizzazione del tutto ma la notizia e’ ormai circolata: la scuola e’ finita. Tutti in vacanza, anzi no.

Prima ancora di finire gli ultimi esami, lo studioso e diligente Manuel già stava battendo i sentieri tortuosi che conducono al mondo del lavoro. Grazie poi al generoso aiuto di Andrea, vecchia volpe del mondo della programmazione web di Sydney, eccolo con un’offerta in mano in pochi giorni.

Da li e’ stato poi semplice dire di si, viste le buone premesse, e cosi la transizione studio-lavoro, che spesso può essere stressante e molto impegnativa, e’ stata archiviata in scioltezza. Addio quindi alla storica maglietta rossa di Zia Pina, ai weekend al ristorante, alle dormite mattutine e al mondo dell’hospitality in generale. La fine di un’epoca.

Tags: , ,
6 commenti

Che fine ha fatto Manuel?

Postato venerdì 27 febbraio 2009 alle 14:40 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Ogni tanto me lo sento chiedere, soprattutto dai vecchi amici e conoscenti in Italia: “Che fine ha fatto Manuel?” e tutta una serie di altre domande sulle sue condizioni di salute, sul lavoro, sui suoi studi e via discorrendo. In effetti, la sua latitanza dal blog e’ veramente ingiustificabile e imperdonabile e, credetemi, non manco certo di ricordarglielo quando ne ho l’occasione. Il suo ultimo segno di vita, un commento, risale al lontano 27 marzo 2008 mentre il suo ultimo articolo e’ datato addirittura 3 agosto 2007. Una vita fa.

Quindi, con il duplice obiettivo di spronarlo a tornare a partecipare più attivamente alla vita del blog e di soddisfare la curiosità di quelli che mi chiedono informazioni a suo proposito, ecco una manciata di rivelazioni – ordinate a caso e non protette da copyright – sul desaparecido Manuel:

  • La sua carriera alla pizzeria Zia Pina prosegue senza ostacoli e, anzi, da qualche mese ha subito una decisa impennata: il nostro, infatti, e’ stato promosso a “capo sala” o, come dicono qui, manager. Ora il suo potere decisionale e’ pressoché illimitato.
  • I suoi studi sono giunti alla fase cruciale e la luce in fondo al tunnel inizia ormai a delinearsi. L’unica cosa che stona e’ l’aver scoperto di aver seguito un corso di hindi invece che di informatica, come auspicato. (I suoi compagni di scuola e professori sono praticamente tutti indiani, ndr).
  • Sull’onda dell’entusiasmo provocato dal precedente punto, si e’ iscritto ad un corso di giapponese di dieci settimane. Prossimo step, intervento chirurgico agli occhi e poi la conquista del Sol Levante diventerà finalmente realtà.
  • Qualche settimana fa ha investito una discreta somma nell’acquisto di un potente scooter 125, della marca cinese Manhattan, e ora lo potete vedere scorrazzare su e giù per le strade di Sydney sul suo mezzo nero lucido. Da segnalare la particolare abilita’ nello scovare scorciatoie sempre migliori.
  • Da buon quasi australiano, ha deciso di abbracciare uno degli sport più seguiti e praticati da queste parti. No, non sto parlando del cricket, lungi da me, ma del golf, disciplina nobile e per pochi eletti in Italia ma molto più accessibile e comune qui. Tiger Woods può iniziare a fare le valigie.

Tags: , , ,
12 commenti

Pagina 1 di 1:1