Primo Italiano

Postato lunedì 25 maggio 2009 alle 14:11 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita sociale.

Ieri si e’ svolta la quinta edizione del Primo Italiano festival, evento che celebra cultura, cucina, musica e tutto ciò che e’ italiano, in Australia. La “sagra” si e’ tenuta a East Sydney, quartiere centrale le cui Stanley, Riley e Yurong Street ospitarono negli anni Sessanta i primi immigrati italiani in questo angolo di mondo.

Complice anche la bella giornata con temperature molto invitanti e i vari spettacoli di intrattenimento – tra cui anche un matrimonio all’italiana, vero o finto non si sa – la gente si e’ riversata in massa nelle stradine sopracitate, ormai quasi del tutto spopolate degli immigrati originali, trasferitisi altrove o passati a miglior vita.

Assieme a quella che si tiene in Norton St a Leichhardt – la vera “Little Italy” di Sydney – questa manifestazione e’ la più importante per gli amanti del Belpaese e delle sue eccellenze, tra cui ovviamente il cibo. Gli stand gastronomici hanno infatti registrato il pienone ieri, con abbondanti attese prima di riuscire a mettere qualcosa sotto i denti.

Dopo la toccata e fuga dell’anno scorso, stavolta sono riuscito a restare per gran parte del pomeriggio a gironzolare per gli stand e i baretti. Con me una nutrita truppa di amici e conoscenti, principalmente italiani. Tante anche le persone che ho incontrato per caso alla festa, segno tangibile che Sydney sta diventando sempre piu’ piccola.

Tags: , , , , ,
1 commento

Italian Festa

Postato lunedì 26 marzo 2007 alle 17:07 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Sydney e dintorni.

La via che ospita la manifestazione

Il ritorno dell’ora solare e’ sempre segno che la bella stagione se ne sta andando, anche qui in Australia. Domenica notte abbiamo portato le lancette indietro di un’ora, al contrario dell’Italia, con la differenza di fuso orario che torna ad essere di otto ore. Il tempo inoltre sembra confermare l’arrivo dell’autunno: da sabato infatti pioggia e vento sferzano Sydney, con le prime schiarite soltanto oggi.

Questa settimana dovremmo confermare all’agenzia immobiliare la nostra intenzione di tenere l’appartamento fino a fine agosto e non ci dovrebbero essere problemi. Abbiamo anche già trovato un nuovo inquilino per il dopo-Riccardo: si tratta di Erika, la nostra amica di Verona che al momento si trova a Melbourne, ma che non vede l’ora di tornare a far baldoria con noi (vero Erika?!).

Ieri pomeriggio siamo stati a Leichhardt, il quartiere italiano, dove c’era una sorta di sagra: la Italian Festa. In una via chiusa al traffico c’erano bancarelle e stand gastronomici dove poter gustare prodotti tipici e comprare qualche gadget calcistico di colore azzurro. Complice il brutto tempo e la chiusura in tipico orario australiano (5pm), non siamo rimasti molto e abbiamo fatto rotta verso il cinema.

Tags: , , ,
8 commenti

Tempo di decisioni

Postato lunedì 26 febbraio 2007 alle 16:57 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

La scorsa settimana, dopo venti giorni di piacevole ma forzata vacanza, ho ricominciato a lavorare. Avrei dovuto partire lunedi' ma, a causa di un piccolo disguido con la mia agente, alla fine ho iniziato il giorno dopo. Il problema e' che l'ho saputo quando ormai ero gia' nei pressi dell'azienda. Ok no worries (nessun problema), come amano ripetere gli australiani.

Invece di tornare a casa, quella mattina ho deciso di fare un salto nel quartiere di Leichhardt che, nonostante il nome tedesco, ospita la comunita' italiana di Sydney. Come avevo precedentemente notato quando ero in vacanza negli USA, troppo spesso le varie Little Italy all'estero non sono altro che una via piena di ristoranti e bar con le insegne in italiano per attirare i turisti e qui non fa differenza. Qualcosa che mi e' piacuto comunque c'e': l'Italian Forum. Situata nel mezzo della strada principale di Leichhardt, Norton Street, l'Italian Forum e' una piazzetta costruita per assomigliare alle molte che ci sono nel nostro paese, di forma rotonda, pavimentata in marmo, con negozi e bar tutto intorno e circondata da delle belle case a tre-quattro piani con i balconi che vi si affacciano. Un vero pezzetto d'Italia sotto all'equatore.

Tornando all'argomento lavoro, ho iniziato martedi' scorso e la prima settimana e' passata in fretta. Il dipartimento si trova a North Sydney, un quartiere commerciale e amministrativo che si affaccia sulla baia nella zona nord della citta', oltre l'Harbour Bridge, da cui ogni mattina in treno mi godo la spettacolare vista sottostante. Il mio ufficio e' al sesto piano di un edificio dal cui decimo si beneficia di un altro scorcio da cartolina. Tutte le mie colleghe sono donne. Prima che iniziate a partire con le suggestioni (specialmente i butei…), vi rivelo che sono tutte sposate e con figli a carico. Sono tutte tra l'altro molto piacevoli e gentili con me, rendendomi l'inserimento molto agevole.

Il mio lavoro consiste nell'aggiornare il sito attuale del ministero e di sviluppare quello nuovo che lo andra' a rimpiazzare. Il contratto ha una durata di sei mesi e quindi capirete che probabilmente estendero' la mia permanenza a Sydney. In realta' sto ancora decidendo cosa fare, in base a come mi trovero' col lavoro, ma al momento sono sempre piu' vicino al si'.

Manuel ha iniziato a lavorare regolarmente da Zia Pina e in questi giorni anche lui deve prendere una decisione. Al momento i nostri voli di ritorno sono fissati per il 22 di marzo, ossia l'ultima data disponibile al momento della prenotazione. Qualcuno tuttavia ha gia' deciso: il 19 di aprile, Riccardo mettera' la parola fine sulla sua avventura in Australia, avendo prenotato il volo per tornare a casa.

Tags: , , ,
8 commenti

Pagina 1 di 1:1