AUS vs ITA ep. 6 – Natale

Postato venerdì 21 dicembre 2007 alle 15:21 da Lucio.  Stampa.
Categoria: AUS vs ITA.

Ancora una volta, purtroppo per alcuni e per fortuna per altri, e’ arrivato quel periodo dell’anno in cui, secondo il celeberrimo proverbio, tutti sono piu’ buoni, il Natale. Regali, decorazioni, canzoncine, pranzi e cene, bla bla bla e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. Ebbene si, anche qui in Australia si festeggia il Natale, ma le differenze superano di gran lunga le similitudini col Belpaese.

Come potrei non partire dalla differenza piu’ lampante, immediata e visibile: il clima. Dopo una vita vissuta nell’emisfero nord a fagocitare filmetti natalizi americani con rappresentazioni di Babbo Natale che arriva con la slitta, e’ inevitabile associare questa festivita’ al freddo e alla neve. Ma qui, come molte altre cose del resto, e’ il contrario. Il Natale e’ il segno che l’estate e’ ormai sbocciata e camminare in centro tra gli alberi addobbati e le decorazioni in bermuda e infradito e’ la normalita’. Comodo finche’ si vuole, certo, ma qualcosa non quadra.

Per noi Italiani, inoltre, solitamente Natale viaggia a braccetto con l’andare in Chiesa, magari alla Messa di mezzanotte, con veglia inclusa. Nella religione Cristiana, il Natale rappresenta la nativita’ ed e’, assieme alla Pasqua, un evento chiave per i credenti. Anche il piu’ ateo di noi, infatti, non puo’ negarne l’accezione religiosa vista la preponderanza e popolarita’ del Cattolicesimo nel nostro Paese. Qui “giu’ di sotto”, invece, questa caratteristica e’, oserei dire, totalmente assente. I cristiani sono si la maggioranza della popolazione ma la presenza della Chiesa e’ molto meno diffusa e invasiva, visto il numero e l’importanza delle altre religioni. Ovviamente ci sono le messe, le canzoncine e tutto il resto ma quasi non ce se ne accorge. I negozi cinesi, per esempio, sono aperti anche il 25 perche’ a loro non glie ne po’ ffrega’ dde meno!

Tra le cose che ho avuto modo di classificare come tradizionali del periodo natalizio, oltre ai gia’ citati Christmas Party, ci sono lo scambio di regali o di semplici biglietti d’auguri (Christmas cards), che costano poco e rappresentano comunque un bel gesto anche tra semplici conoscenti. Sembra invece meno comune lo scambio di auguri con stretta di mano o con i classici bacetti sulle guance, cosa che da noi inizia puntualmente con l’arrivo del mese di Dicembre. Molto meno pressanti anche i tradizionali pranzi e cene di famiglia con eserciti di parenti riuniti, da cui e’ pressoche’ impossibile riuscire a svincolarsi, anche se questo e’ dovuto piu’ che altro alla diversa cultura in fatto di famiglia.

Per concludere, quindi, mi sento di dire che, soprattutto a causa delle condizioni climatiche opposte e della quasi assente connotazione religiosa, per me qui in Australia il Natale e’ snaturato ed e’ difficile viverlo come l’ho vissuto per il resto della mia vita, nonostante la comodita’ di girare in tenuta estiva e la liberta’ di sottrarsi a certi protocolli e tradizioni a volte ingombranti.

Tags: , , , ,
4 commenti

Italia, un anno dopo

Postato venerdì 7 settembre 2007 alle 22:35 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

Non ho passato molto tempo prima della partenza a pensare come sarebbe stato il mio rientro in patria dopo quasi un anno. Sono stato troppo impegnato col trasloco e i preparativi del viaggio (cioe' come far stare tutto nella valigia senza sfondare la bilancia del check-in). Ma ho iniziato improvvisamente a realizzare di essere veramente in Italia quando, dopo le canoniche due ore di ritardo, sono salito sul volo Alitalia Roma Fiumicino – Verona.

Grazie alla splendida giornata di sole, ho potuto godere della fantastica vista sull'inconfondibile sagoma della nostra penisola e a quel punto ho provato sinceramente un po' d'emozione. I campi, le strade, i tetti rossi delle case, i fiumi, i laghi: era tutto cosi familiare che non ho avuto piu' dubbi. Ero a casa.

Agli arrivi del Catullo di Verona c'erano i miei amici ad aspettarmi e l'accoglienza, nonostante un buon numero di sberle ricevute, e' stata simpatica e piacevole. La prima tappa e' stata ovviamente un bar per un rinfrescante aperitivo e subito dopo ecco l'incontro con i miei che mi aspettavano a casa con delle pastine per festeggiare l'evento.

Il primo giorno e' stato davvero intenso e comunque devo dire di essere rimasto soddisfatto della mia tenuta fisica, a parte la voce che nel tardo pomeriggio ha iniziato ad andarsene. Il resto dei giorni, come ho anticipato nei post precedenti, e' trascorso (troppo) veloce tra visite, cene, giretti in macchina e gite fuori porta e il tempo non sembrava mai abbastanza.

La velocita' con cui sono passate le due settimane, il fatto di sapere che ero solo di passaggio e di essere "in vacanza" nel posto in cui sono nato e ho sempre vissuto sono tutti elementi che hanno contribuito a rendere il mio soggiorno "sospeso" nello spazio e nel tempo e quasi non mi sono reso conto di dov'ero.

Mi sembrava di non essere mai partito da Verona ma allo stesso tempo qualcosa era fuori posto, una sensazione veramente strana e particolare che mi ha abbandonato solo quando sono sceso dall'aereo all'aeroporto Kingsford Smith di Sydney una settimana fa. Ma questa e' un'altra storia.

Tags: , , ,
5 commenti

A casa

Postato lunedì 20 agosto 2007 alle 0:11 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

Eccomi di nuovo a scrivere sul blog dopo una lunga assenza di quasi due settimane. Il motivo, lo sapete, è che sono stato impegnato prima con l'organizzazione del viaggio di ritorno a casa e poi con il soggiorno in sè, fatto di visite a parenti e amici, senza molto tempo libero per scrivere.

Il viaggio in aereo e la giornata a Kuala Lumpur sono andati molto bene, sono riuscito a fare tutto quello che mi ero prefissato: riposarmi, un pò di shopping e incontrare Massimo e Nina. In particolare mi ha fatto molto piacere rivedere Massimo dopo un anno e la conversazione che abbiamo avuto di fronte a un buon drink ha spaziato su diversi argomenti del nostro passato, presente e futuro.

Questa prima settimana delle due previste a Verona sta scorrendo molto velocemente e il tempo non sembra mai abbastanza. Come dicevo, fortunatamente il fuso non mi ha condizionato più di tanto, permettendomi quindi di sfruttare appieno le giornate. La maggior parte del tempo la sto passando ovviamente con amici e parenti, aggiungendo inoltre qualche giretto in macchina in provincia e qualche capatina nei centri commerciali per sfruttare gli ultimi giorni di saldi.

Il volo di ritorno, che non avevamo ancora prenotato, adesso c'è: partenza domenica 26 agosto da Milano Malpensa per arrivare il mattino seguente a Mauritius dove trascorreremo tre giorni di assoluto relax, con ritorno a Sydney previsto per il 31.

Tags: , ,
7 commenti

Programma di viaggio

Postato martedì 7 agosto 2007 alle 17:11 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

I preparativi per l'imminente ritorno in patria dopo quasi un anno dall'altra parte del mondo sono ormai quasi completati. Al momento della scrittura di questo post mancano meno di 48 ore alla partenza e l'emozione comincia a farsi sentire.

La valigia non e' ancora pronta ma prepararla non sara' un'impresa come dieci mesi fa. Portero' infatti con me solo il minimo indispensabile per le due settimane che mi attendono. Inoltre ho in programma una serie di acquisti mirati in Italia per rimpolpare un po' il mio guardaroba, rimasto pressoche' invariato in questo anno. Un'altra buona ragione per avere spazio a disposizione nel bagaglio.

Il mio programma di viaggio sara' il seguente: come anticipato, partenza giovedi' 9 agosto alle 14.30 da Sydney con arrivo previsto a Kuala Lumpur in serata. Notte in albergo e a seguire giornata in giro per la capitale malese, per un po' di shopping e per incontrarmi con Massimo e Nina che, come saprete, a KL ci vivono. Verso mezzanotte poi partenza in direzione Roma, dove dovrei arrivare intorno alle 6 del mattino di sabato 11. Dopo altre tre ore di attesa, infine, volo per Verona.

Tags: , ,
4 commenti

Un nuovo inizio

Postato venerdì 3 agosto 2007 alle 9:29 da Manuel.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Ebbene si, dopo le news del mio fido collega Lucio, adesso è arrivato il mio turno. Come molti di voi sapranno già, sabato 4 agosto sarò di ritorno a Verona, anticipandolo di una settimana. Ma le sorprese non finiscono qui: diciamo che in Italia andrò a farmi un po' di vacanze, prima di tornare a Sydney e ricominciare una nuova vita, quella dello studente.

No ragazzi, non sono diventato scemo, o almeno non ancora del tutto. Diciamo che ho preso questa decisione in quanto sento che non è ancora arrivato il momento di lasciare questa città, e quindi ho deciso di investire un po' sul mio futuro, unendo l'utile al dilettevole. Per cui, ad ottobre per l'appunto, comincero' a studiare alla "prestigiosa" Ballarat Univesity of Sydney, indirizzo informatico, o meglio Information Technology.

Un arrivederci a tutti quanti, ci si vede a Verona o a Sydney o prossimamente su questo blog. Scusate ma adesso devo scappare: devo andare a comprare la cartella nuova…

Tags: , , , ,
7 commenti

Pagina 5 di 7:1234567