Vacanze 2011

Postato giovedì 17 marzo 2011 alle 13:35 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

Dopo aver saltato il ritorno in Italia nel 2010, quest’anno sarò invece presente sul suolo natio per Pasqua, in occasione del matrimonio di uno dei miei cugini e soprattutto del mio trentesimo compleanno, il tutto condensato in circa due intense settimane. Tre piccioni con una fava.

La vacanza, come ho fatto in passato in occasione di altri rientri, sarà pero’ estesa anche ad una destinazione esotica, non più in Asia questa volta pero’: Cuba. Sull’isola caraibica, dove peraltro sono già stato nel 2005, mi intratterrò per tre settimane tentando di fare quello che non era stato possibile fare in occasione del primo viaggio, ovvero girare zaino in spalla.

Dopo aver visto vari posti in Asia in questi anni, grazie alla relativa vicinanza con l’Australia ma soprattutto grazie all’invidiabile organizzazione, sicurezza e basso costo dei vari paesi, avevo voglia di confrontarmi con qualcosa di un po’ più impegnativo e a tratti opposto, soprattutto dal punto di vista logistico, ma sicuramente altrettanto affascinante.

I preparativi sono già partiti da qualche settimana, soprattutto per la parte di vacanza oltre l’Atlantico, e il tempo sta veramente volando verso il 21 aprile, data in cui partirò da Sydney, per farvi poi ritorno – spero non troppo stanco e frastornato dalle molte ore di volo che non ho potuto evitare con l’itinerario che ho scelto – a fine maggio.

Tags: , , , , , , ,
6 commenti

Vi piacciono i sondaggi?

Postato giovedì 5 agosto 2010 alle 14:29 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Blog.

Ho iniziato a proporre sondaggi sul blog ormai quasi tre anni fa e credo sia giunto il momento di rivedere un attimo l’idea. Complice anche il recente “blocco dello scrittore” che mi ha colpito, unito al meno tempo a disposizione per il blog, vi chiedo appunto se valga la pena continuare con i sondaggi mensili (che comunque qualche voto lo raccolgono) oppure dedicare tempo e risorse ad altro. Esprimete la vostra preferenza a destra, please.

Sulla scia della clamorosa debacle dell’Italia campione del mondo a Sudafrica 2010, qualche settimana fa avevo messo un sondaggio per cercare di capire di chi possano essere le colpe maggiori per tale disastro. Ebbene, come previsto Marcello Lippi e’ stato scelto come capro espiatorio dal 62% dei votanti, seguito dai giocatori col 43%. Da notare il piazzamento al terzo posto delle odiose vuvuzelas che hanno ottenuto il 27% dei voti.

Tags: , , ,
4 commenti

Vergogna Italia

Postato venerdì 25 giugno 2010 alle 15:52 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Blog.

L’Italia e’ uscita dal Mondiale sudafricano, finendo ultima nel girone eliminatorio, sconfitta dalla Slovacchia nella terza e decisiva partita del gruppo dopo due modesti pareggi. Un risultato cosi negativo non capitava da Germania 1974 e molti parlano di “peggiore nazionale italiana di sempre”. Di certo l’Italia campione del mondo in carica e’ apparsa scialba, priva di idee, intimorita e rinunciataria.

Ovviamente, l’allenatore e i giocatori sono i principali imputati per questa disfatta ma le cause sono anche altre, tra cui una federazione poco presente e un livello generale del calcio italiano che appare ridimensionato dopo Germania 2006, quando peraltro molti giocatori erano già sulla via del tramonto. Inoltre i giovani non sembrano avere quelle qualità necessarie ad eccellere nel calcio moderno.

Nel menu di destra ho creato un sondaggio per chiedere la vostra opinione su chi siano i responsabili di questo disastro sportivo, esprimete massimo due preferenze. Per ciò che riguarda il sondaggio precedente su chi fosse la favorita per la vittoria finale, appare ora chiaro quanto (disilluso) ottimismo ci fosse nell’aria: l’Italia era in cima con il 42% dei voti, seguita nell’ordine da Inghilterra (18%), Argentina (10%), Brasile (10%), Spagna (10%) e Germania (2%).

Per me, questo mondiale e’ molto strano. Soprattutto per ragioni cosiddette “ambientali”: per le 8 ore di fuso orario che piazzano molte partite nel bel mezzo della notte, per il clima freddo e ovviamente perché qui la nazionale di casa e’ l’Australia. Tutti fattori che hanno contribuito a farmi sentire meno le partite dell’Italia, almeno fino ai vari fischi d’inizio, quando invece la tensione era alta.

Quasi tutte le partite che ho visto, le ho viste a casa comodamente adagiato sul divano, sfruttando molto poco (finora) il FIFA Fan Fest a Darling Harbour, evento ufficiale organizzato in sole sei città al mondo per permettere ai fans di riunirsi e tifare i loro beniamini in zone famose della città. Oltre a Sydney, dove i maxischermi sono installati sull’acqua a Cockle Bay e nel retrostante Tumbalong Park, l’evento e’ presente anche a Rio de Janeiro, Citta’ del Messico, Parigi, Berlino e Roma.

Tags: , , , , , ,
Scrivi un commento

Cosa pensi del risultato delle Regionali 2010?

Postato sabato 10 aprile 2010 alle 17:26 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Blog.

Cosa pensi del risultato delle Regionali 2010?

Il nuovo sondaggio del mese di Aprile vi chiede un’opinione sulle recenti elezioni Regionali che hanno visto importanti risultati per molte delle regioni coinvolte. Cosa ne pensate? Siete contenti dell’esito generale delle consultazioni o speravate in un epilogo diverso? Votate (per restare in tema) numerosi e non astenetevi.

Il sondaggio del mese precedente, conclusosi da poco, invece, voleva verificare la presenza di australiani in Italia, dopo tanto parlare di italiani in Australia. Ebbene, poco più della meta’ di voi (53%) dice di non conoscere nessun australiano che vive in Italia, mentre il 44%, viceversa, conosce qualche aussie nel Belpaese. Pare quindi che il link tra i due paesi sia più bidirezionale di quanto si pensi…

Tags: , , , ,
Scrivi un commento

AUS vs ITA ep. 12 – Politica

Postato lunedì 29 marzo 2010 alle 14:36 da Lucio.  Stampa.
Categoria: AUS vs ITA.

Tra le nazioni cosiddette “avanzate”, non credo ne esista una con un sistema politico peggiore di quello italiano. Perciò la domanda implicita che questo nuovo capitolo della rubrica “Australia vs Italia” pone ai lettori, trova già una risposta senza bisogno di leggere il resto del post: la politica australiana e’ migliore di quella italiana.

Vari sono i fattori che rendono la vita più facile ai politici di queste parti, tra cui maggiore onesta’ dei cittadini, popolazione contenuta, finanze in ordine e soprattutto assenza di esasperazione nella guerra tra destra e sinistra. Tutte caratteristiche che, ahimè, sono diventate ormai sconosciute nel Belpaese.

In Australia, come in Italia, questi sono tempi di campagna elettorale e l’opinione pubblica ha occhi e orecchie ben aperti sul confronto politico. Nei prossimi mesi si andrà alle urne sia per eleggere i nuovi rappresentanti dei governi statali sia per il nuovo premier del governo centrale.

L’Australia infatti, più o meno come gli Stati Uniti, e’ uno stato federale formato da sei stati e due territori – New South Wales, Victoria, Queensland, South Australia, Western Australia, Tasmania, Northern Territory e Australian Capital Territory – ognuno dei quali ha ampi poteri a livello legislativo e governativo.

Aldilà dei macro sistemi politici, comunque, quello che fa la differenza qui e’ che la classe politica sembra fare esattamente quello che dovrebbe fare e per cui e’ stata eletta: l’interesse dei cittadini. Chiaramente non tutto e’ perfetto e privo di vizio, pero’ la sensazione e’ che gli australiani si sentano rappresentati e ascoltati nella vita politica.

Il confronto tra le forze in campo e’ vivace ma corretto e tutti remano nella stessa direzione, non soltanto a parole: l’interesse del paese. Scandali, corruzione e conflitti di interessi ci sono anche a queste latitudini ma normalmente i colpevoli vengono (inspiegabilmente per noi?) puniti.

Insomma, in Italia le cose non vanno troppo bene, questo e’ ormai davanti agli occhi di tutti, e sembrano andare sempre peggio. In Australia vanno un po’ meglio, per vari motivi. La magra consolazione e’ che una volta toccato il fondo si può solo risalire.

Tags: , , , ,
Scrivi un commento

Pagina 1 di 7:1234567