Big news, pt. 2

Postato giovedì 6 gennaio 2011 alle 11:47 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita domestica.

La seconda grossa novità recente e’ il trasloco in un nuovo appartamento, avvenuto circa un mese fa, all’inizio di dicembre. Dopo poco più di tre anni abbiamo infatti lasciato Burwood per una zona più centrale, nei pressi di Central Station, a ridosso della città.

L’avvicinamento al centro e’ stata la ragione principale dello spostamento, unita alla voglia di essere più vicini anche al lavoro e alle spiagge degli Eastern Suburbs. Ora oltre al treno e naturalmente al motorino, abbiamo anche molti autobus a disposizione nei dintorni e anche uscire a piedi e’ alla portata. Inoltre, ora prendere un taxi per tornare a casa velocemente non e’ più oneroso come prima.

Tutti questi benefici pero’, si sa, hanno un prezzo. Il nuovo appartamento infatti, simile in caratteristiche e dimensioni a quello vecchio ma decisamente più recente e in migliori condizioni, costa circa il 20% in più di affitto, in linea con gli aumenti degli ultimi mesi a Sydney e con la media della zona.

Il trasloco ce lo siamo fatto da soli e, con l’aiuto prezioso di Loris, siamo riusciti a trasferire tutto in un weekend, facendo un paio di giri con il camioncino noleggiato per l’occasione. Pulire e sistemare la casa nuova invece sono un altro paio di maniche e, a distanza di un mese, non abbiamo ancora finito del tutto…

Tags: , , , ,
4 commenti

Soap opera

Postato lunedì 11 ottobre 2010 alle 15:00 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Cultura australiana.

Neighbours e’ il titolo di una serie TV australiana che, in tandem con la rivale Home & Away, monopolizza i televisori di molte famiglie poco prima dell’ora di cena, in onda sui canali Ten e Seven, rispettivamente. La prima e’ girata nei pressi di Melbourne mentre la seconda, attualmente in testa nella guerra dell’auditel, e’ filmata a Palm Beach, a nord di Sydney, per gli esterni e all’Australian Technology Park di Redfern per gli interni.

Queste due soap opera, che vanno in onda ormai da più di vent’anni, hanno sfornato diversi attori australiani che hanno poi raggiunto fama internazionale come Heath Ledger, Isla Fisher, Julian McMahon, Dannii Minogue, Simon Baker, Guy Pearce per Home & Away e Alan Dale, Kylie Minogue, Natalie Imbruglia e Delta Goodrem per Neighbours.

Visto l’orario (18.30) poco consono alle mie abitudini alimentari serali, unito al fatto che spesso a quell’ora sono in palestra o in treno verso casa, non sono un grande fan di questi due telefilm, ai quali preferisco quelli americani, molto più famosi e interessanti. L’unica serie TV australiana che mi ha appassionato recentemente, oltre a “Skippy il canguro” quando ero bambino, e’ Underbelly, che parla delle varie organizzazioni criminali che hanno infestato Sydney e Melbourne dagli anni ‘70 a oggi.

Sempre a proposito di vicini (neighbours) e soap opera, da qualche giorno ci sono dei nuovi condòmini nel palazzo, al numero 2. Pare siano tre ragazzi indiani (o etnia simile) e hanno preso il posto della famiglia, sempre indiana, che si era a sua volta trasferita al numero 5. I primi giorni non sono stati proprio promettenti, principalmente a causa dei rumori molesti notturni provenienti dalla loro abitazione…

Tags: , , ,
1 commento

Il primo giorno di primavera

Postato mercoledì 1 settembre 2010 alle 15:28 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Qualche aggiornamento sugli avvenimenti degli ultimi tempi in questo post che prende in prestito il titolo da una famosa canzone dei Dik Dik del 1969.

Come detto, oggi e’ il primo giorno di primavera in Australia. Al contrario dell’Italia, qui le stagioni iniziano il primo del mese, non in base a solstizi o equinozi. Il motivo non e’ molto chiaro ma oggi, in effetti, c’è una giornata decisamente primaverile.

Sabato sera, dopo diciotto splendidi e intensi giorni, abbiamo salutato la famiglia di Manuel. La vacanza è stata un successo e Renato, Lorena, Nadia, Daniele, Sergio, Paola ed Elena hanno apprezzato più o meno tutto quello che gli abbiamo proposto, a parte forse qualche piatto un po’ troppo sperimentale per loro. Arrivederci a presto in Italia e grazie per esservi fatti 20+ ore di aereo per venirci a trovare.

Abbiamo iniziato a guardarci intorno per un’eventuale nuova sistemazione in zona più centrale o vicina alle spiagge. Non stiamo affatto male dove siamo ma il recente secondo aumento dell’affitto del 2010 ci sta facendo rivalutare un po’ il discorso. L’obiettivo e’ di provare a beccare qualcosa di valido prima di Natale.

Compatibilmente con ciò che ho scritto sopra, vorremmo comprare un frigo nuovo. Quello che abbiamo necessita di un upgrade, specialmente nelle dimensioni, ma per varie ragioni non ce l’abbiamo ancora fatta. Vedremo.

Tags: , , , ,
2 commenti

Barbecue

Postato lunedì 23 novembre 2009 alle 15:07 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Cultura australiana.

Il nostro processo di “australianizzazione” ha fatto un grosso passo in avanti nei giorni scorsi: abbiamo comprato un barbecue, strumento che non deve mai mancare in nessuna casa australiana che si rispetti. E cosi, tre anni dopo aver messo piede a Sydney, ci siamo decisi a fare l’acquisto.

Era da qualche tempo che avevamo in mente di comprare un barbecue da mettere sul balcone in previsione della bella stagione in arrivo, come si usa praticamente ovunque da queste parti, e l’occasione e’ arrivata quando il buon Manu ha scovato un’offertona su un volantino di Bunnings Warehouse, catena di negozi simile a Castorama.

Con nostro lieto stupore, il prezzo all’acquisto era ancora più basso di quanto pubblicizzato e quindi non ci abbiamo pensato due volte. Dopo qualche peripezia con la bombola del gas, l’altra sera l’abbiamo testato e sembra funzionare correttamente, in attesa solo di abbrustolire qualche succosa salsiccia e bistecca.

A proposito di arrostimenti e affini, il weekend appena passato e’ stato decisamente “bollente”. Domenica in particolare abbiamo toccato i 41 gradi, con un discreto livello di umidità, contrariamente al clima secco di cui solitamente gode Sydney. L’aria era letteralmente infuocata e aprire la finestra equivaleva a puntarsi un phon in faccia! Oggi, come spesso accade dopo giornate eccezionalmente calde, sbalzo clamoroso di temperatura con la colonnina che segna “solo” 20 gradi…

Tags: , , , ,
5 commenti

Il ritorno de “El Duro”

Postato giovedì 12 novembre 2009 alle 11:01 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita domestica.

Anche se (probabilmente) non e’ andato da nessuna parte, “El Duro” e’ tornato a farsi vivo dalle nostre parti. Dopo qualche contatto sporadico nelle scorse settimane, domenica sera ha bussato alla nostra porta. Maglietta e pantaloncini corti, quell’inconfondibile espressione sul volto, braccio destro fasciato e un assegno per noi in mano. Ma facciamo un salto indietro.

Con l’acquisto del mio motorino e il crescente numero di scatoloni che oramai soffocavano il nostro appartamento, avevamo deciso di affittare uno dei garage dell’edificio, a cui avevamo rinunciato al momento di stipulare il contratto in cambio di uno sconto. L’occasione e’ capitata quando l’agenzia, qualche settimana fa, ci ha notificato un aumento imminente dell’affitto.

Il caso ha voluto che “El Duro” – ricordiamo proprietario della palazzina dove viviamo – stesse già utilizzando il garage che sarebbe spettato a noi secondo i nuovi accordi con l’agenzia immobiliare che gestisce gli appartamenti. Essendo venuto a conoscenza delle suddette novità e non volendo rinunciare al “suo” garage, ci ha fatto una interessante offerta.

“Io avrei bisogno di un posto al coperto dove tenere la mia moto (una vecchia Ducati gialla, ndr) e alcuni attrezzi. Non e’ che mi lascereste continuare a usare il mio garage, sotto pagamento di 20$ a settimana (esattamente lo sconto che avevamo ottenuto all’inizio e anche l’aumento recente di affitto) per il disturbo?”

Naturalmente la risposta e’ stata positiva e adesso paghiamo la stessa cifra di prima ma in più abbiamo un garage e la certezza che non avremo aumenti per un altro po’. Non male. Domanda: in quanti paesi può succedere che il proprietario si offra di pagare per poter tenere la sua roba nel suo garage? Risposta: solo in Australia.

Tags: , , ,
5 commenti

Pagina 1 di 7:1234567