El Duro, pt. 2

Postato venerdì 16 maggio 2008 alle 13:50 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita domestica.

…continua da El Duro, pt. 1.

  • Il suo amore profondo per il giardinaggio e in particolare per il tagliaerba e il “soffiafoglie” (strumento assolutamente inutile e controproducente ma capace di produrre piu’ decibel di una locomotiva), particolarmente dimostrato durante i sabato e domenica mattina alle 8 nel giardino della casa di sua mamma, adiacente alle nostre finestre.
  • Le sue infinite e innegabili doti di uomo tuttofare, come quella volta che, dopo le nostre numerose richieste di un idraulico per sistemare una perdita in bagno, si e’ presentato di persona con la cassettina degli attrezzi e, avendo visto di cosa si trattava, ha dichiarato solenne: “Oh, it’s very easy to fix!”. Indovinate se ce l’ha fatta.
  • La sua doppia vita da uomo normale/supereroe, manifestatasi qualche mese fa davanti ai miei increduli occhi quando, non riuscendo piu’ a entrare in casa per un difetto di una delle due serrature, ho richiesto la sua divina assistenza:
    • Lucio: “Come faccio adesso?” lo interrogo io, bisognoso di certezze
    • El Duro: “Vuoi che butti giu’ la porta??” risponde lui dimostrando un certo tatto.
    • L: “Mah… non so… dimmi tu, la casa e’ tua. Non c’e’ altro modo?” ribatto io esterrefatto.
    • ED: “Aspetta, mi e’ venuta un’idea.” si illumina lui.
    • L: “OK.”
    • ED: “E’ aperta la porta del balcone?”
    • L: “Mi pare di si.”
    • ED: “Ok allora aspettami qua che ti apro da dentro tra un attimo” dice scendendo le scale.
    • L: “…?!?”
    • (Passano due minuti e mi apre la porta dall’interno dell’appartamento, situato al secondo piano.)
    • ED: “Ok, a posto, ciao.” come se nulla fosse.
    • L: “Ma come hai fatto?? Da dove sei entrato??” gli chiedo.
    • ED: “Eeeehhhh scoprilo se ci riesci! Eh eh eh” e se ne va.
    • L: “…” rimango senza parole di fronte a tale manifestazione di intelligenza.

Tags: ,
7 commenti

El Duro, pt. 1

Postato martedì 13 maggio 2008 alle 16:11 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita domestica.

Qualche tempo fa siamo stati avvisati con una lettera trovata sotto la porta d’ingresso che il proprietario della nostra casa, o almeno l’agenzia che si occupa dell’affitto – che prima facevano capo alla stessa persona, e’ cambiato. I tempi sono quindi maturi per una descrizione semiseria di quel personaggio, entrato negli annali per alcune perle offerteci e affettuosamente (non tanto) soprannominato “El Duro”.

Per chi non fosse pratico col dialetto veronese, il soprannome puo’ erroneamente dare l’idea di un tipo tutto d’un pezzo, che non scende a mezzi termini e che ha un carattere forte, come il termine italiano duro suggerisce. In realta’, sulle sponde dell’Adige il significato e’ duplice: duro, infatti, vuol dire anche un po’ lento nella comprensione, poco sveglio o nel peggiore dei casi, proprio ritardato. Il termine non e’ offensivo ed e’ spesso usato affettuosamente anche tra amici.

Nel nostro caso specifico, El Duro aveva guadagnato il suo titolo nobiliare fin dai primi momenti in cui l’abbiamo conosciuto, grazie alla sua scaltrezza mentale e leggendaria reazione agli stimoli, caratteristiche fondamentali per un padrone di casa modello. Praticamente parlare con un muro (che fa rima con duro) da’ piu’ soddisfazioni. Ecco una breve raccolta degli indimenticabili e memorabili ricordi che ci ha lasciato come preziosa eredita’.

  • In inglese esistono le short answers, lui ha inventato le shorter answers. Le sue risposte piu’ probabili a domande che gli vengono poste sono “…” (61%), “yes” (15%), “no” (15%) o altro (9%). In una tipica conversazione telefonica, lui emette suoni solo per un decimo del tempo e solo dopo aver sentito la domanda minimo tre volte.

[continua...]

Tags: ,
5 commenti

Accomodatevi

Postato lunedì 17 marzo 2008 alle 15:32 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita domestica.

Finalmente, e orgogliosamente, dopo un anno e mezzo di rigide sedie Ikea, abbiamo un morbido divano scamosciato su cui riposare i nostri fondoschiena, e un soggiorno un po’ meno vuoto. L’impresa non e’ stata facile ma tutto e’ finito per il meglio.

Sveglia mattutina (inedita per una domenica), treno per North Sydney dove abbiamo noleggiato un piccolo autocarro per l’occasione e partenza per Manly per prelevare il sofa’. Dopo venti piacevoli minuti di guida contromano arriviamo sul posto e fissiamo il carico sul retro sperando di non perdere i pezzi e, soprattutto, sperando che le minacciose nuvole sopra di noi abbaino soltanto e non mordano.

La fortuna e’ dalla nostra e possiamo cosi’ sfilare trionfanti col nostro bottino sull’Harbour Bridge prima e in centro a Sydney poi, pochi minuti prima della parata di San Patrizio con centinaia di persone assiepate ai bordi delle strade che ci guardano incredule. Il bello arriva pero’ quando e’ il momento di fare tre piani di scale con un divano di oltre due metri, all’una e con trenta gradi.

Molte imprecazioni, pause e gocce di sudore dopo abbiamo raggiunto l’agognata meta e possiamo finalmente goderci il nostro acquisto, non prima pero’ di aver riportato a destinazione l’autocarro. Siete ovviamente tutti invitati a provarlo di persona nella nostra umile dimora.

Tags: , ,
5 commenti

Com’e’ il tuo inglese?

Postato martedì 26 febbraio 2008 alle 16:18 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Blog.

Com’e’ il tuo inglese?

Il nuovo sondaggio che vi propongo per le prossime due settimane e’ una sorta di autocertificazione sulla conoscenza della lingua inglese, ovviamente lingua ufficiale in Australia (ma molto spesso affiancata da almeno un’altra in molte case australiane) e ormai indispensabile nella famigerata “globalizzazione” del giorno d’oggi. Vediamo, insomma, che voto vi date in inglese. Penso che i risultati saranno particolarmente interessanti per il fatto che ognuno giudica se stesso, cosa non proprio semplice. Io, per esempio, prima di lasciare l’Italia, pensavo di essere ad un livello buono, mentre il primo impatto una volta qui non e’ stato tutto rose e fiori.

Il sondaggio precendente invece, chiusosi con un record di 41 voti, vi chiedeva come siete venuti a conoscenza di questo blog. Il risultato e’ stato curioso: come previsto, ha vinto il gruppo di persone che ci conosceva gia’ di persona, ma con una percentuale di solo il 44%, il che significa che piu’ della meta’ di voi ha trovato From Italia to Australia prevalentemente cercando su Internet o cliccando su dei link. Cosa, questa, che si traduce con una buona visibilita’ del sito sul Web.

E ora, per chiudere, un aneddoto inquietante successo domenica sera. La cena, abbastanza abbondante e variegata, aveva prodotto un grosso quantitativo di stoviglie e tegami sporchi, al limite della capienza dello scolapiatti. La nostra capacita’ di incastro aveva fatto si che riuscissimo a impilare abilmente il tutto. Poi, improvvisamente, mentre mi trovavo in camera e Manuel in soggiorno, ecco un’esplosione fragorosa! Un boato improvviso ha scosso la pace domestica domenicale!

Accorsi sul luogo del misfatto, abbiamo constatato increduli l’accaduto: un bicchiere, evidentemente sotto pressione, schiacciato tra una padella e una ciotola, e’ letteralmente esploso, disintegrandosi in un’incredibile quantita’ di pezzetti e riducendosi ad un mucchio di frammenti di vetro! E la cosa piu’ strana e’ che la causa non e’ stata uno smottamento o un crollo della struttura, in quanto tutto era ancora fermamente al suo posto. Dopo aver invano tentato di contattare, nell’ordine, MacGyver, Cecchi Paone e le redazioni di Misteri e Ultimo Minuto, abbiamo sgombrato la scena del delitto e deciso di archiviare il caso come X-Files

Tags: , , ,
9 commenti

Japanese party

Postato sabato 16 febbraio 2008 alle 15:22 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita sociale.

Nasce un nuovo amore…

Domenica scorsa, in serata, eravamo invitati ad una festa giapponese in un appartamento a Ultimo, nei pressi di Darling Harbour. I nostri contatti erano alcune ragazze che abbiamo conosciuto qualche tempo fa e Gianluca e’ venuto con noi. Come e’ lecito aspettarsi, la maggioranza delle persone erano nipponici ma non mancava qualche altro asiatico e qualche europeo. Grazie alla nostra presenza, il secondo gruppo piu’ popoloso erano gli italiani e l’altezza media degli invitati ne ha guadagnato di conseguenza.

L’appartamento era molto grande e ben tenuto e si notava subito dalla pulizia e dall’ordine che gli inquilini erano solo ragazze. Ovviamente cibi e bevande abbondavano, con pentole e fornelli a pieno regime per tutto il tempo. Sfortunamente, grazie alla soffiata di Manuel che sosteneva ci fossero solo drinks, mi sono riempito come un bue a casa e non ho potuto cosi’ approffitare del generoso e variegato buffet culinario, limitandomi a qualche carota in pinzimonio in stile casa di riposo.

Nel complesso la festa non e’ mai decollata completamente, forse per il fatto che fosse domenica sera, forse per la tipica compostezza asiatica e le uniche perle della serata sono venute dagli intrecci sentimental-amorosi in corso d’opera che mi sono goduto appieno da spettatore, non avendo interessi diretti in ballo. Ora, vista la castita’ propria di questo blog, non posso scendere nei dettagli, soprattutto perche’ non mi riguardano, ma qualche aneddoto lo posso comunque svelare…

Appena siamo arrivati siamo stati accolti da un personaggio particolare, che rispondeva al nome di Binko (subito ribattezzato Minkio), che sprizzava femminilita’ e promiscuita’ da tutti i pori. Il fatto e’ che e’ un maschio (esteriormente almeno)… Detto questo, dopo avermi dato del vecchio a bruciapelo, ha iniziato a convogliare esplicitamente le sue attenzioni sul buon Gianluca, che ha pero’ retto alla pressione e reagito da signore. Le avance e i siparietti, documentati da foto memorabili in vendita separatamente, sono continuati fino a quando non ce ne siamo andati, lasciandocelo dietro (in tutta sicurezza comunque) un po’ sconsolato.

Durante tutto questo tempo, tuttavia, abbiamo avuto poche notizie di Manuel, che e’ stato avvistato l’ultima volta a inizio serata a colloquio ravvicinato con una delle padrone di casa. Come abbia trascorso le ore successive e’ tuttora un mistero e ogni notizia a riguardo e’ percio’ benvenuta.

Tags: , ,
5 commenti

Pagina 4 di 5:12345