Gita in barca

Postato lunedì 27 settembre 2010 alle 14:24 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Sydney e dintorni.

Sabato scorso, per festeggiare il recente matrimonio di un collega, il nostro direttore ha organizzato una gita in barca sull’Hawkesbury River, uno dei maggiori corsi d’acqua del New South Wales, che scorre a nord di Sydney creando una baia molto simile al più famoso e prestigioso Sydney Harbour.

Per l’occasione ci siamo quindi recati a Brooklyn, 30 km sopra Hornsby, dove abbiamo affittato una “BBQ boat”, che altro non e’ che una piattaforma galleggiante a motore con una tettoia sopra, corredata di barbecue a gas, tavolo e sedie per dodici persone, radio, CD e perfino bagno, sguazzando sulle tranquille ma profonde acque dell’Hawkesbury per tutto il pomeriggio.

Tra bistecche, salsicce, spiedini e bevande varie, qualcuno ha anche tentato la fortuna con la canna da pesca ma il bottino e’ stato decisamente scarso: solo una specie di sogliola di dimensioni imbarazzanti che e’ stata subito reinserita nel suo ecosistema. In compenso abbiamo avvistato diverse meduse piuttosto grandi di colore marrone, veramente strane.

Un giretto in barca di questo tipo e’ un’ottima opzione per passare una giornata sull’acqua e, soprattutto con un gruppo di amici, il tutto può essere molto divertente e meno costoso della stessa cosa fatta sul Sydney Harbour. Unico svantaggio e’ la distanza dal centro, più o meno un’ora, di cui l’ultimo tratto da fare per forza in macchina.

Tags: , , , ,
1 commento

Italians down-under

Postato lunedì 22 ottobre 2007 alle 17:18 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita sociale.

Il weekend appena trascorso e' stato molto positivo per varie ragioni: uscite, feste, nuovi amici e amiche, sole e bel tempo, ADSL hanno infatti allietato le due canoniche giornate (e serate) di sosta dal lavoro, anche se qualche piccolo inconveniente non e' mancato. Ma andiamo con ordine.

Ultimamente il manipolo di Italiani con cui uscire e fare serata si sta rimpolpando decisamente: qualche tempo fa infatti ho conosciuto Davide (Pavia) prima e Roberto (Lodi) poi, con i quali ho passato delle ottime serate a zonzo per la citta' o in giro per i bar, parlando e sparando cazzate ovviamente in italiano per non farci sgamare da chi stava nei dintorni. Nonostante sia infatti molto bello conoscere gente da tutto il mondo, ogni tanto si apprezza anche il ritorno all'Italianita'.

Venerdi' invece sono uscito in compagnia di Andrea (Padova) e Paolo (Pordenone) con i quali si viaggiava addirittura a dialetto veneto, quindi trattasi di vero e proprio ritorno alle origini! Ah, per la cronaca, dopo mesi di segregazione nelle prigioni di The Rocks, Manuel e' stato finalmente dei nostri per qualche ora prima di abbandonarci prematuramente nel corso della serata.

Sabato, dopo qualche disguido tecnico e un po' di attesa al telefono, finalmente ci hanno attivato Internet a casa scatenando in me un raptus scaricativo senza precedenti, facilitato anche dalle vertiginose velocita' di download disponibili, che mi ha di fatto inchiodato in casa per tutto il pomeriggio. In serata poi festa di compleanno di altri amici a Newtown, un quartiere "alternativo" alle porte di Sydney, con chiusura finale delle ostilita' nella Casa del Popolo (che prima o poi spiegheremo cos'e').

Domenica mattina risveglio con sorpresa: non c'e' acqua dai rubinetti. Dopo previa verifica con il padrone di casa, Sydney Water (anche se non si direbbe dal nome e' la societa' che gestisce l'acqua a Sydney…) mi comunica al telefono che avrebbero riparato il guasto, causato da una rottura nel vicinato, nel primo pomeriggio. Nell'attesa di potermi lavare la faccia, i denti o farmi una doccia o il bucato o tutte le cose insieme, mi sono guardato i primi episodi di una serie tv poco famosa in Italia ma che secondo me non e' male, Battlestar Galactica. Purtroppo l'acqua e' tornata solo alle 7 di sera e ho dovuto quindi prepararmi di corsa per l'appuntamento alle 9 a Surry Hills, il quartiere degli artisti. 

Tags: , , , ,
5 commenti

Pagina 1 di 1:1