Qual e’ la miglior citta’ australiana?

Postato martedì 15 gennaio 2008 alle 15:21 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Blog.

Chi vince la palma di miglior citta’ australiana?

Nuovo sondaggio per vedere cosa pensate delle citta’ australiane e, in particolare, scoprire qual’e’ la migliore secondo voi. Lotta ristretta a Sydney e Melbourne o spazio ad un’outsider?

Con l’apertura di questa nuova consultazione popolare, si e’ chiusa contestualmente quella precedente che vi proponeva uno dei classici sondaggi di fine dicembre e cioe’ come valutate l’anno che si e’ appena concluso. Il sondaggio, che ha visto l’80% dei voti concentrati su bello o spettacolare, ha avuto soltanto undici voti totali (rispetto ai quasi quaranta dei primi due) e le ragioni di questa diminuzione penso siano due: il fisiologico calo degli accessi durante le feste e la mancanza di un post dedicato per segnalarlo e promuoverlo. Vedremo quindi come va con questo nuovo sondaggio ora che le abbuffate natalizie sono gia’ un ricordo e che c’e’ questo articolo che lo presenta…

Tags: , , ,
1 commento

NYE 2008

Postato martedì 8 gennaio 2008 alle 15:34 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita sociale.

La prima alba del 2008

Fino alla mattina del 31 non ero ancora sicuro di cosa avrei fatto la sera per festeggiare il nuovo anno. C’erano un paio di opzioni sul piatto, fuochi d’artificio e spiaggia a seguire oppure festa a casa di amici di amici. Alla fine la soluzione all’aria aperta, vista anche la piacevole temperatura, ha prevalso.

Nel pomeriggio ho quindi organizzato con alcuni amici il ritrovo a Circular Quay, in zona Opera House, per cercare poi di appostarci da qualche parte sui prati verdi dei Botanic Gardens, da cui si gode di una spettacolare visuale sulla baia e sull’Harbour Bridge, vera e propria piattaforma di lancio dei fuochi d’artificio. Grazie alla sua popolarita’, la zona era molto affollata e gli organizzatori hanno quindi chiuso i cancelli lasciando fuori molta gente, tra cui parte del nostro gruppo. Alla fine solo io e Andrea ce l’abbiamo fatta a intrufolarci.

Trovato un posto decente, da li’ in avanti e’ stata la classica lunga attesa per la mezzanotte (anche se un primo “antipasto” di fuochi c’e’ stato alle nove) tra famiglie e bambini urlanti e festanti. Dopo molti capricci, hot dog, giretti e pisolini, l’ora fatidica e’ arrivata e devo dire che ne e’ valsa la pena: un buon venti minuti di spettacolo pirotecnico in piu’ punti della baia, con le luci che si riflettevano sullo specchio d’acqua e’ stato veramente suggestivo.

Una volta arrivati finalmente nel 2008, la mia strada e quella di Andrea si sono divise e io ho fatto quindi rotta verso la Casa del Popolo per ricongiungermi con Manuel e gli altri in direzione Bronte beach. A quel punto un errore strategico e’ stato commesso: affidarsi ai mezzi pubblici (seppur molto efficienti a Sydney) a Capodanno, con il mondo in strada. Per farvela breve, la mezz’ora in autobus che solitamente separa il centro da Bronte si e’ trasformata in un incubo di due ore, con scarpinata inclusa. Il piano iniziale era di aspettare l’alba in spiaggia ma con le vicende di cui sopra non c’era piu’ tanto da aspettare, la notte era quasi finita.

Il nostro gruppetto di persone (una ventina, con gli Italiani ancora una volta a svettare) ha scelto come base un piccola grotta sulla sabbia con l’obiettivo di essere al riparo in caso di improvvise intemperie o semplicemente dal sole killer australiano. Poi, tra drinks, musica, chiacchiere e scherzi il primo sole del nuovo anno e’ finalmente sorto dal mare e noi siamo andati meritatamente a dormire.

Tags: , , , ,
2 commenti

Pagina 1 di 1:1