Seul, pt. 1

Postato mercoledì 30 giugno 2010 alle 11:55 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

Dopo aver lasciato la Thailandia, la tappa successiva del mio viaggio era Seul, capitale della Corea del Sud, che avrei raggiunto con un volo notturno da Phuket, via Kuala Lumpur. Avevo già pianificato di arrivare in hotel in mattinata e farmi un’onesta dormita per recuperare un po’ di sonno ma purtroppo il destino aveva altri piani: dopo mezzora di attesa al carosello, non c’era infatti nessuna traccia del mio bagaglio.

Non mi restava quindi altra scelta che passare la giornata in giro per la metropoli a comprare tutto il necessario – tra cui dei vestiti decenti per il matrimonio di Andrea e Oksun del giorno dopo, ma ovviamente anche beni primari come mutande, calze, dentifricio, spazzolino, etc – in attesa della valigia (sperando che non fosse persa per sempre, come a volte accade). Non esattamente la giornata di relax che avevo preventivato.

Nonostante qualche difficoltà logistica e comunicativa, tutto e’ andato per il meglio grazie anche al colpo di fortuna di beccare un negozio Zara (ancora inspiegabilmente assente in Australia), che ho praticamente svaligiato. Cio’ mi ha permesso di essere presentabile per i successivi due giorni, matrimonio incluso, finché finalmente, con due giorni e mezzo di ritardo, ho potuto tirare un sospiro di sollievo vedendo la mia valigia recapitata in hotel.

Tags: , , , ,
2 commenti

Vergogna Italia

Postato venerdì 25 giugno 2010 alle 15:52 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Blog.

L’Italia e’ uscita dal Mondiale sudafricano, finendo ultima nel girone eliminatorio, sconfitta dalla Slovacchia nella terza e decisiva partita del gruppo dopo due modesti pareggi. Un risultato cosi negativo non capitava da Germania 1974 e molti parlano di “peggiore nazionale italiana di sempre”. Di certo l’Italia campione del mondo in carica e’ apparsa scialba, priva di idee, intimorita e rinunciataria.

Ovviamente, l’allenatore e i giocatori sono i principali imputati per questa disfatta ma le cause sono anche altre, tra cui una federazione poco presente e un livello generale del calcio italiano che appare ridimensionato dopo Germania 2006, quando peraltro molti giocatori erano già sulla via del tramonto. Inoltre i giovani non sembrano avere quelle qualità necessarie ad eccellere nel calcio moderno.

Nel menu di destra ho creato un sondaggio per chiedere la vostra opinione su chi siano i responsabili di questo disastro sportivo, esprimete massimo due preferenze. Per ciò che riguarda il sondaggio precedente su chi fosse la favorita per la vittoria finale, appare ora chiaro quanto (disilluso) ottimismo ci fosse nell’aria: l’Italia era in cima con il 42% dei voti, seguita nell’ordine da Inghilterra (18%), Argentina (10%), Brasile (10%), Spagna (10%) e Germania (2%).

Per me, questo mondiale e’ molto strano. Soprattutto per ragioni cosiddette “ambientali”: per le 8 ore di fuso orario che piazzano molte partite nel bel mezzo della notte, per il clima freddo e ovviamente perché qui la nazionale di casa e’ l’Australia. Tutti fattori che hanno contribuito a farmi sentire meno le partite dell’Italia, almeno fino ai vari fischi d’inizio, quando invece la tensione era alta.

Quasi tutte le partite che ho visto, le ho viste a casa comodamente adagiato sul divano, sfruttando molto poco (finora) il FIFA Fan Fest a Darling Harbour, evento ufficiale organizzato in sole sei città al mondo per permettere ai fans di riunirsi e tifare i loro beniamini in zone famose della città. Oltre a Sydney, dove i maxischermi sono installati sull’acqua a Cockle Bay e nel retrostante Tumbalong Park, l’evento e’ presente anche a Rio de Janeiro, Citta’ del Messico, Parigi, Berlino e Roma.

Tags: , , , , , ,
Scrivi un commento

Thailandia, capitolo quinto

Postato venerdì 18 giugno 2010 alle 15:57 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

Ebbene si, quest’ultima vacanza in Thailandia, e a Phuket in particolare, e’ stata la quinta per me in circa due anni. Questa volta c’era un po’ d’incertezza e timore – più da parte di amici e parenti che non da parte mia – prima della partenza, a causa delle note proteste a Bangkok.

Come mi aspettavo, invece, tutto e’ filato liscio, visto che l’area calda era circoscritta al CBD della capitale thailandese mentre in zona aeroporto – dove ho pernottato io, per una sola notte tra l’altro – e più in generale nel resto del paese, la situazione era tranquilla, anche troppo.

Phuket infatti era quasi deserta, a causa della bassa stagione e, ovviamente, delle news poco incoraggianti che facevano il giro del mondo. Il tutto si e’ tradotto in prezzi stracciati e paesaggi quasi totalmente sgombri di turisti, a parte pochi irriducibili – tra cui il sottoscritto – a godere di ciò che l’isola può offrire.

Per quanto riguarda la vacanza in se’, sono stati i soliti cinque giorni tranquilli passati tra dormite, spiagge, giri in scooter, mangiate, shopping e nightlife, senza pero’ mai esagerare. Come ciliegina sulla torta poi, il tempo e’ stato più che onesto: non molto sole e parecchie nuvole, ma in compenso quasi niente pioggia, una rarità da quelle parti.

Tags: , , ,
3 commenti

Ritorno al gelo di Sydney

Postato martedì 15 giugno 2010 alle 16:10 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Eccomi qui, le ferie sono finite e sono rientrato regolarmente a Sydney. Sono state tre settimane molto piacevoli ma intense, con spazio sia per il (meritato) riposo sia per l’esplorazione e il turismo. Thailandia, Corea e Giappone sono tre paesi molto interessanti e diversi tra loro e nei prossimi giorni ci sarà tempo e modo di approfondire.

Durante la mia assenza Sydney e’ stata piuttosto piovosa e, a partire dalla scorsa settimana, molto fredda, con temperature minime sui 4-5 gradi nella zona dove viviamo (ma che sembrano molti di meno). Inoltre, i Mondiali sono cominciati e sono i primi per me con 8 ore di fuso orario a rendere le notti più insonni e i giorni un po’ più pesantini…

Tags: , , , , ,
1 commento

See you soon

Postato giovedì 20 maggio 2010 alle 9:39 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

Con la situazione a Bangkok che non sembra affatto migliorare nonostante l’apparente resa delle Red Shirts, ho inevitabilmente deciso di saltare la mia visita in città e di volare a Phuket con un giorno di anticipo. Il matrimonio di Prem e’ stato comunque rinviato a data da destinarsi, per cui non mi perderò niente.

Dovrò comunque fare scalo a Bangkok ma la mia permanenza sarà ridotta ad una notte in un albergo vicino all’aeroporto, per poi partire sabato mattina alla volta della più tranquilla e turistica provincia meridionale di Phuket, dove passero’ quasi una settimana prima di proseguire per Corea e Giappone.

Come di consueto, con me in vacanza e causa mitologica pigrizia del Manu, il blog non sarà aggiornato in queste settimane. Perciò vi rimando alla meta’ di giugno quando faro’ ritorno sul suolo australiano, riposato e arricchito da questo nuovo viaggio asiatico.

Tags: , , , , , ,
1 commento

Pagina 5 di 63:1...2345678...63