La nostra storia

Pagina creata giovedì 24 gennaio 2008 alle 11:45 da Lucio.  Stampa.

Alla partenza sull'aereo Malaysia AirlinesQuesta avventura nasce durante la primavera-estate 2006, quando tre ragazzi italiani di Verona, amici fin da bambini, decidono di dare una svolta alla loro vita. Nel pieno della loro giovinezza, realizzano che il momento di partire e’ arrivato ed e’ ora di mettere in pratica il famoso “carpe diem”. Lucio, Manuel e Riccardo, il 26 settembre 2006, lasciano quindi con un arrivederci famiglie, amici e impegni vari per salire su un aereo con destinazione Sydney, Australia. Le uniche certezze prima della partenza sono le tre notti prenotate in ostello, un contatto sul posto e un patto di ferro tra i tre di rimanere down under almeno sei mesi, qualunque cosa accada, per rivedere poi il progetto e decidere cosa fare.

In posa per le nostre fansGrazie ad Andrea, un ex-collega di Lucio, e ad un po’ di fortuna e audacia, l’ambientamento in citta’ e l’inserimento nella nuova società sono più facili del previsto. In poche settimane, i tre ragazzi conoscono moltissime persone, perfezionano l’inglese, trovano casa e, Lucio e Manuel, anche un lavoro. Tutto procede per il meglio e arrivano anche le prime visite dall’Italia: Erika, che dividerà il suo anno in Australia tra Melbourne e Sydney, vivendo anche con i ragazzi per qualche tempo, e Alessandro, un amico in vacanza per tre settimane. Il tempo scorre tra vita mondana, giornate in spiaggia e faccende domestiche, ma i sei mesi dell’accordo iniziale finiscono ed e’ il momento di fare una scelta.

L'ultimo saluto all'aeroportoLucio e Manuel, ormai infatuati della citta’ e immersi nella sua atmosfera decidono di prolungare di qualche mese la loro permanenza, almeno fino alla fine del loro visto di un anno, per poi rivalutare la situazione. Riccardo invece, complice la difficoltà a trovare un impiego soddisfacente e qualche faccenda pendente in Italia, sceglie di mettere la parola fine sulla sua avventura in terra australiana e torna in Italia il 19 Aprile 2007, senza rimpianti e arricchito dall’esperienza che ha vissuto. Un paio di mesi dopo, anche Erika dice a malincuore arrivederci e il gruppo si riduce quindi a Lucio e Manuel, che qualche settimana dopo si troveranno di fronte ad un altro bivio.
Il Working Holiday Visa che ha permesso ai ragazzi l’ingresso in Australia e’ infatti ormai in scadenza e i due reduci sono quindi chiamati a prendere una nuova decisione, scegliendo tra le due opzioni sul piatto: viaggiare per il continente per un paio di mesi e poi tornare in patria oppure provare a restare a Sydney, oltrepassando la soglia psicologica di un anno. La scelta cade sulla seconda e un nuovo capitolo si apre.

Tappa a Mauritius prima del rientro a SydneyPer rimanere, stavolta, pero’ non basta solo la volonta’ ma anche un nuovo visto: Lucio, grazie al lavoro e alla sponsorizzazione che gli viene offerta, ha vita facile e ottiene un Business Visa di quattro anni mentre Manuel non ha altra alternativa che prendere la tortuosa via dello Student Visa, iscrivendosi ad un corso di informatica.
Sistemata la parte burocratica, le energie del duo si concentrano quindi su altri aspetti: la vacanza in Italia, a casa a Verona, in Agosto, e il successivo trasloco in Settembre, che rendono quei mesi particolarmente intensi e emozionanti.

Il secondo anno a Sydney, scandito ancora una volta dall’arrivo della primavera australe, si snoda fin da subito su binari diversi da quello, indimenticabile, precedente. I ragazzi hanno ora sensazioni diverse e soprattutto obiettivi più definiti: Lucio punta a mantenere e consolidare la sua posizione lavorativa mentre Manuel focalizza i suoi sforzi sul corso di studi e su come farlo convivere con il lavoro in pizzeria. Dalla loro parte stavolta non c’è l’ansia della scadenza del visto e ormai la citta’ e’ diventata familiare in tutti i suoi aspetti.

Passa il tempo e arriva il nuovo anno, tra vecchie amicizie che si interrompono a causa dei ritorni in patria e nuove conoscenze che ne prendono il posto, finché un giorno di Gennaio i due amici ricevono una mail che li invita come ospiti in collegamento webcam da Sydney nel programma Stella di Maurizio Costanzo in onda su Sky. Con grande soddisfazione ed eccitazione, Lucio e Manuel accettano la proposta e per qualche mese presenziano regolarmente una volta a settimana nel talk-show, dando il loro contributo di italiani all’estero.

Con l’autunno in arrivo, i nostri iniziano a pianificare qualche giorno di vacanza, a distanza di ormai sei mesi dall’ultima. Assieme ad un amico, eccoli quindi passare la Pasqua in Queensland tra spiagge, relax e molto molto mare. Ma questo e’ solo un antipasto di ciò che segue nei mesi seguenti: Lucio torna infatti a casa in Giugno per la seconda volta in due anni, per un periodo di venti giorni preceduti da una settimana in Thailandia mentre Manuel invece posticipa il suo rientro a Settembre, passando pero’ per il Giappone…

Il resto e’ storia recente e l’unica cosa che mi sento di dire ora e’ che non so cosa riservi il futuro. Il piano sul lungo termine e’ quello di fare ritorno in Italia per mettere le radici ma tempi e modalita’ sono ancora oscuri. E’ bello fare programmi e organizzarsi ma e’ altrettanto bello cambiare idea all’ultimo minuto e fare l’opposto. L’unico modo per scoprire cosa succedera’ in futuro e’ vivere giorno per giorno, ricordandosi anche di dare un’occhiatina a questo blog ogni tanto! Stay cool!

39 commenti.

Mauro

Commento scritto giovedì, mag 14th, 2009 11:07 pm.

X Italika
Ciao! IO parto al 99% a fine giugno per imparare l’inglese…starò li’ per un anno con un visto WHV e poi se mi gira rimango un secondo anno..ma questo richiede 3 mesi di lavoro in campagna che non posso fare per diversi motivi…e poi è un esperienzona mica da poco..se non lo faccio ora non lo faccio più quindi..armi e bagagli e via!
Ciao!!

Lucio

Commento scritto martedì, mag 19th, 2009 3:53 pm.

x Italika: Ciao, grazie per i complimenti. La spinta iniziale e’ riassumibile nel proverbio “ora o mai più”, se vogliamo essere sintetici… :-)

OLLY

Commento scritto mercoledì, giu 10th, 2009 8:40 pm.

Ciao ragazzi, sabato sarò a Sydney e allogerò in Pitt street. Mi dite qualche bel locale per la sera non lontano dal mio ostello. Magari ci si vede per una birra, ho tanti messaggi da parte dei vostri concittadini lupatotini da “darvi”.
ciao e grazie

Lucio

Commento scritto venerdì, giu 12th, 2009 4:34 pm.

Ciao Olly, a che ora arrivi sabato? In che ostello sei? Mandami un sms quando sei attivo che ci mettiamo d’accordo. Ciao

Andrea

Commento scritto domenica, set 6th, 2009 1:56 pm.

Ciao Lucio, come mai il “piano sul lungo termine” è mettere radici in Italia?
Insoddisfatto del down-under?

martina

Commento scritto venerdì, ott 16th, 2009 5:54 am.

ciao ragazzi,
mi chiamo martina ho una voglia matta di realizzare il mio sogno..sidney o perth..che mi ocnsigliate?si trova lavoro poi li?un bacio

Stefy

Commento scritto martedì, dic 22nd, 2009 7:54 am.

Ciao!
Il 1 Marzo parto per Brisbane ….con il whv,ho questo sogno nel cuore da troppo tempo e voglio poter cambiare radicalmente per 1 pò!
Avrei bisogno di 1 informazione: mentre sono in Australia con questo tipo di visto posso fare richiesta di un student visa in loco?…o devo per forza tornare in Italia?
grazie
stefy

Lucio

Commento scritto martedì, dic 22nd, 2009 2:10 pm.

Ciao Stefy, puoi farlo anche rimanendo in Australia. In bocca al lupo, ciao!

Ramona

Commento scritto sabato, gen 9th, 2010 4:10 am.

Ciao, so cosa significa…io sono stata lì 7 mesi e mi è sembrato di vivere in un mondo parallelo…complimentissimi per ciò che siete riusciti a realizzare…Mi piacerebbe tornare per un anno ancora e poi magari pensare di “mettere radici”qui in Italia…anche se l’Australia ti inebria e poi è difficile dimenticarla e non fare paragoni…
comuque davvero in bocca al lupo per tutto!!!

Dario

Commento scritto lunedì, mar 22nd, 2010 6:10 am.

cioa lucio, complimenti per il blog..sbirciando qua e la indirettamente mi avete dato tante risposte che cercavo da tempo..tra meno di 20 giorni ho l’aereo per sydney, con scalo ad abu dhabi..alloggerò per qualche tempo dai vecchi parenti di mio padre per poi cercare casa per i fatti miei..ho un WHV e vorrei sapere, una volta scaduto il WHV o l’eventuale rinnovo dello stesso, quale sarebbe la strada migliore per ottenere un visto che mi permetta di stare li qualche anno in piu?? in rete ci sono solo informazioni poco chiare e precise..
un grazie in anticipo..

bianca

Commento scritto lunedì, ago 23rd, 2010 4:00 am.

Lucio mi aiuteresti a trovare architetti italiani che lavorano da quelle parti…. grazie …bianca

enzo santagati

Commento scritto martedì, mag 3rd, 2011 3:29 am.

ciao ragazzi sono enzo complimanti per tutto io ho 24 anni e il prox anno mi sposo abbiamo intenzione di venire a melbourn se potete contattatemi anche su facebook cosi mi aiutate in australia un piccolo appoggio lo avro’ ma vorrei trovare degli amici …. amici veri grazie

Roberto

Commento scritto giovedì, ago 4th, 2011 1:39 am.

Ciao! Innanzitutto vi faccio i complimenti per la vostra storia e per il vostro blog. Sono capitato per caso sul vostro sito cercando informazioni sulla possibilità di lavorare in Australia dopo che lo scorso anno ho avuto la fortuna di visitarne una parte durante il viaggio di nozze e di conoscere, attraverso i vari accompagnatori, molte storie davvero incredibili. Inutile dire che mi sono innamorato all’istante, in special mdo di Sydney e del suo ambiente nonostante all’inizio fossi un pò prevenuto. Da quando siamo ritornati più volte mi è passata per la testa la pazza idea di provare a tornarci, magari iniziando ad informarmi sulla situazione lavorativa per gli stranieri. Ed è per questo, seppur conscio delle molte richieste di informazioni che avete, che vi domando lumi riguardo alle possibilità di impiego e delle modalità con cui muoversi premettendo già che ho 31 anni e, da quanto ho letto, già questa è una limitazione per i vari visti. Sono laureato in ingegneria elettronica e mia moglie è un medico ed entrambi abbiamo già esperienze lavorative e tuttora lavoriamo, ma mi pare di capire che i titoli e le esperienze abbiano un peso relativo se non hai sponsor. Vi sarei molto grato se mi deste una visione diretta da chi veramente ci è passato e che non ha motivi per infiocchettare la realtà. Vi ringrazio in anticipo e vi faccio i migliori auguri!!

VậN ChuyểN Di DờI MáY MóC ThiếT Bị

Commento scritto domenica, feb 12th, 2017 11:35 am.

Yes! Finally someone writes about vận chuyển máy móc.

Pagina 2 di 2:«12

Scrivi un commento

Nome ed e-mail (che non viene cmq visualizzata) sono obbligatori mentre il sito Internet e' opzionale.