Il blog va in vacanza (e io pure)

Postato venerdì 14 agosto 2009 alle 13:48 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

In anticipo di qualche giorno sulla tabella di marcia del sottoscritto, ad oggi e con questo post, From Italia to Australia va ufficialmente in vacanza fino alla fine di settembre. Ed io con esso.

A parte imprevedibili fatti eccezionali, non ci saranno quindi post durante questo periodo che userò, tra le altre cose, per riposarmi e riordinare le idee sul blog, tentando anche per l’ennesima volta di convincere Manuel a scrivere regolarmente.

Vi do quindi appuntamento a fra un mese e mezzo circa con la cronaca delle vacanze e, come sempre, le ultime news da Sydney.

Tags: , ,
2 commenti

Preparativi

Postato martedì 28 luglio 2009 alle 14:26 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

Ormai ci stiamo avvicinando al momento di tornare per la terza volta in tre anni a casa, a Verona. Mancano solamente tre settimane alla partenza del 17 agosto e sono in piena fase preparativa. Ancora una volta, dopo l’arrivo a Singapore, passero’ qualche giorno in Thailandia, a Phuket, dove ormai sono di casa. Ripartenza poi il 26 agosto sempre da Singapore in direzione Francoforte, dove un volo Ryanair mi porterà finalmente in Italia il giorno dopo.

Alla luce dei molti aerei che dovrò prendere – alcuni dei quali con compagnie low-cost piuttosto restrittive – quest’anno ho deciso di non viaggiare con la valigia rigida gigante – che vuota pesa 7kg! – che mi ha accompagnato gli altri anni, ma di provare l’esperienza dello zaino in spalla, che avevo comprato in previsione del viaggio intorno al mondo. Per questo motivo stavolta dovrò limitare parecchio il volume dei regali e degli acquisti pre-partenza, con evidenti benefici per le mie finanze, d’altro canto.

In Italia passero’ quattro intense settimane, scandite – al solito – da cene, aperitivi, amici, parenti, shopping, gite e chi piu’ ne ha piu’ ne metta, sperando ovviamente che il meteo prolunghi per un po’ il bel tempo estivo. Infine, il 21 settembre lascero’ l’Europa per tornare a Sydney, non prima di aver pero’ speso un’altra decina di giorni in qualche altra destinazione ancora da decidere nel sud-est asiatico. Suggerimenti?

Tags: , , , ,
8 commenti

Colpo di scena

Postato giovedì 9 luglio 2009 alle 15:10 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

E’ con grande rammarico che, a sole due settimane dall’annuncio ufficiale, sono costretto adesso mio malgrado a fare marcia indietro e a comunicarvi la cancellazione del mio viaggio intorno al mondo. Ieri mattina mi sono infatti recato al centro prenotazioni Qantas per il rimborso del biglietto.

La decisione e’ maturata in pochissimi, intensi, frenetici giorni, in seguito ad una serie di eventi a catena, le cui conseguenze mi hanno fatto propendere appunto per l’annullamento, quando ormai era (quasi) tutto pronto per la partenza, prevista per meta’ Agosto.

Il mio soggiorno in Italia e’ comunque salvo e le date di arrivo e partenza rimangono invariate, quindi sarò regolarmente presente agli eventi, cene e aperitivi già concordati. Avevate sperato per un momento di esservela cavata, eh? Inoltre, prima e dopo le tre settimane a Verona, ci sarà come al solito spazio per un paio di puntatine qua e la’ in Asia.

Le ragioni principali di questa inaspettata retromarcia sono strettamente legate al mio visto australiano, al mio lavoro e ad un più ampio discorso di opportunità e carpe diem. Importante anche ricordare che, nonostante avessi remotamente ponderato dentro di me questa scelta, l’opinione di alcuni amici e’ stata decisiva per farla diventare realtà.

Per il momento non scendero’ in ulteriori dettagli, che lascio invece ad un post da scrivere nelle prossime settimane con la storia completa e tutti i retroscena di questo “dramma”. Difficile dire ora se sia la scelta giusta, il tempo ci aiutera’. Di sicuro c’è che il viaggio e’ solo rimandato, quando tempi e condizioni saranno migliori.

Tags: , , , , ,
10 commenti

Si, viaggiare…

Postato venerdì 19 giugno 2009 alle 14:44 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

I prossimi mesi saranno mesi di grandi cambiamenti per il sottoscritto. No, non torno in Italia. O meglio, ci torno si (via Thailandia) per la solita vacanza annuale di tre settimane, ma poi faro’ di nuovo rotta verso Sydney per qualche tempo. La novità e’ che stavolta non ritornerò passando dall’Asia come al solito, bensì facendo l’altro giro, dalle Americhe. Dove – tra Sud, Centro e Nord – viaggerò per circa cinque mesi, esplorando il continente zaino in spalla.

Le tappe – seppur non scolpite nella pietra – sono già fissate: Cile, Argentina, Uruguay, Paraguay, Bolivia, Perù, Colombia, Panama, Costa Rica, Miami, Rep. Dominicana, Cuba, Messico, Los Angeles e infine Hawaii prima di mettere nuovamente piede in Australia il primo Marzo 2010, esattamente 160 giorni dopo la partenza dall’Italia. Un periodo oggettivamente e soggettivamente lungo, che sarà anche un test per me.

Il viaggio e’ in preparazione da molti mesi ormai, ma solo ora posso renderlo pubblico visto che solo questa settimana – a due mesi di distanza dalla partenza del 17 Agosto – ho dato ufficialmente le dimissioni al lavoro. Dispiacere e disappunto da parte di tutti, me compreso, ma consapevolezza che non si puo’ lavorare e viaggiare nello stesso momento. Qualcosa bisogna quindi sacrificare, proprio come avevo fatto tre anni fa prima di partire per l’Australia.

Tags: , , ,
19 commenti

Melbourne, questione di stile

Postato mercoledì 28 gennaio 2009 alle 15:20 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

Autoscatto con lo skyline di Melbourne sullo sfondo

Lo dico subito chiaramente: Melbourne mi e’ piaciuta molto. E credo che il mio giudizio positivo derivi principalmente dalle bassissime aspettative pre-partenza che avevo nei confronti della capitale del Victoria, che francamente non mi aveva mai attirato più di tanto in questi anni di vita australiana – al punto che ci ho messo quasi due anni e mezzo a convincermi di visitarla – nonostante le belle parole spese da chiunque me ne avesse parlato.

La descrizione che più frequentemente mi e’ capitato di sentire a proposito della città e’ qualcosa tipo “e’ più europea di Sydney” ma, di fronte alla mia pronta domanda “in che senso?”, le risposte non erano mai state soddisfacenti ed esplicative. Ora, se qualcuno chiedesse a me cosa penso di Melbourne, la prima cosa che mi verrebbe da dire e’ proprio “e’ più europea di Sydney” e ovviamente neanch’io saprei spiegarne il perché. Visto che ci siamo, pero’, proviamoci.

Innanzitutto il CBD – un quadrilatero di strade a scacchiera facile da girare a piedi – non e’ monopolizzato da centinaia di occhi a mandorla come succede a Sydney e, più in generale, mi e’ parso che tutta la città – pur essendo molto multiculturale – sia più occidentalizzata. Inoltre, il fiume Yarra che la taglia in due da est a ovest – ovviamente meno attraente del Sydney Harbour – e’ comunque piacevole e contribuisce ad associare inconsciamente Melbourne a qualche non meglio identificata città del vecchio continente attraversata da un corso d’acqua.

Inoltre, i viali alberati del centro, le strade percorse dai tram, i molti caffè e bar sparpagliati qua e la’, i negozi e le boutique, le grosse comunità italiane e greche, sono tutti elementi che giocano a favore di questa vaga sensazione di “europeicità” di Melbourne, in contrasto con la standardizzazione e americanizzazione della più esplicita e attraente Sydney. In sostanza, credo che di Melbourne mi piaccia quello che non c’è a Sydney, per la serie “the grass is always greener on the other side”

Non sbagliamoci pero’: molto sono anche le cose che non cambierei mai con la mia città d’adozione. Ad esempio, Melbourne non e’ propriamente bella da vedere. E’ vero che e’ una città in trasformazione e in crescita, con molti cantieri aperti soprattutto nella zona del porto ma i panorami e gli scenari di Sydney, con la baia naturale più grande del mondo e due icone come l’Opera House e l’Harbour Bridge, sono inarrivabili per qualsiasi città.

E poi c’è il clima killer, con i suoi estremi impossibili che le hanno valso il nomignolo di città “con le quattro stagioni in un solo giorno”. Questi famosi sbalzi di temperatura li ho sperimentati sulla mia pellaccia sabato scorso quando sono uscito in bermuda e infradito per andare a vedere il tennis nel il pomeriggio con 26-27 gradi, per tornare poi in nottata con 13 miseri e pungenti gradi. Il tutto in piena estate.

Insomma, Melbourne non e’ perfetta, ma se non fosse per il clima poco amichevole e pochi altri dettagli, se tornassi indietro ai tempi dello sbarco in Australia, valuterei bene dove stabilirmi, con la vittoria di Sydney tutt’altro che scontata. Chiudo citando una frase di una mia collega che ha definito cosi’ la differenza tra le due città, secondo me scegliendo un esempio molto azzeccato: “Sydney e’ come una prostituta sexy e sfacciata mentre Melbourne e’ come una donna timida da scoprire piano piano.” A ognuno il suo.

Tags: , , ,
13 commenti

Pagina 4 di 8:1234567...8