AUS vs ITA ep. 2 – Cibo

Postato venerdì 29 giugno 2007 alle 17:08 da Lucio.  Stampa.
Categoria: AUS vs ITA.

Lo so cosa state pensando voi compatrioti italiani. "Non c'e' assolutamente partita! Il nostro cibo e' il migliore al mondo, pasta, pizza, caffe' e gelato sono pilastri della nostra cultura e tradizione culinaria. Non provare a fregarci!". Avete perfettamente ragione e non posso che essere d'accordo con tutti voi. Ma sorprendentemente e inaspettamente vi confido che l'Australia non e' molto lontana dai primi posti della classifica. Sicuramente sopra ad altre grandi nazioni anglosassoni come Stati Uniti e Gran Bretagna.

Naturalmente anche qui la cultura del fast food e degli hamburger ha attecchito e si e' diffusa, ma la situazione non e' ancora precipitata come da altre parti. Inoltre ho notato che gli australiani in generale sono molto attenti a cosa mangiano e hanno una specie di fissa per i cibi salutari e poco grassi. Da questo ne consegue che i ristoranti, seguendo e adeguandosi ai gusti dei propri clienti, migliorano di conseguenza il livello dei propri prodotti.

Un punto a favore dell'Australia in questo confronto con l'Italia sul cibo e' la varieta' di cucine disponibili. E non mi riferisco a quelle della Scavolini. Come si sa la terra dei canguri, e in particolare Sydney, ospita una grande e variegata quantita' di immigrati da tutto il mondo, molti di questi di recente immigrazione. Tutta questa gente ovviamente porta con se' il proprio bagaglio di tradizioni, usi e costumi tra cui anche le specialita' alimentari, mettendole di fatto a disposizione della comunita' con l'apertura di ristoranti e bar. Giapponese, libanese, spagnola, vietnamita, indiana, coreana, thai non sono le nazionalita' delle varie ragazze che ho avuto ma solo alcune delle cucine che ho provato finora, tra le tante disponibili, a prezzi molto accessibili e con molta soddisfazione tra l'altro.

In conclusione, posso dire che quando nel piatto c'e' una pasta al pomodoro o una pizza margherita, il risultato e' gia' scritto a favore del Belpaese prima di prendere in mano la forchetta. Quando invece si vuole sperimentare qualcosa di nuovo, varcando per una volta i confini delle italiche specialita', ecco che l'Australia supera in scioltezza l'Italia grazie alla enorme e diversificata offerta di piatti da ogni angolo del globo.

Tags: , , , ,
8 commenti

AUS vs ITA ep. 1 – Costo della vita

Postato venerdì 15 giugno 2007 alle 17:10 da Lucio.  Stampa.
Categoria: AUS vs ITA.

Cominciamo dunque la serie di confronti tra Italia e Australia con qualcosa di concreto e diretto che spero interesserà a molti: il costo della vita. Premessa: avendo vissuto solo a Verona e a Sydney, ovviamente i dati che riporterò si riferiscono a queste due citta’.

Per circoscrivere un po’ il raggio d’azione e fornire un metodo di paragone più immediato, prenderò in esame questi indicatori: cibo, alloggio, divertimenti, trasporti e stipendi. Eccoli nel dettaglio:

  • Cibo: fare la spesa al supermercato costa più o meno come in Italia, anche qui ci sono offerte e promozioni, posti economici e altri meno. Mangiare fuori durante la pausa pranzo invece e’ piu’ conveniente, con 10 AUD (6 EUR) si prende un pasto con bibita. Anche andare al ristorante la sera e’ più accessibile, soprattutto se si mangia pesce, veramente buono ed economico.
  • Alloggio: nota dolente purtroppo, sia acquistare che affittare una casa a Sydney e’ molto costoso. Un appartamento di due camere in un condominio di recente costruzione situato a una dozzina di km dal centro viene affittato per circa 1000-1200 EUR al mese. Le bollette pero’ sono molto più leggere qui, grazie ai costi ridotti di gas e elettricità e al clima mite.
  • Divertimenti: uscire la sera a Sydney come a Verona comporta più o meno le stesse spese. Positivo e’ il fatto che molti club e bar abbiano ingresso libero mentre negativo e’ il costo dei drink, sicuramente più cari qui in Australia.
  • Trasporti: i mezzi pubblici (autobus, treni e traghetti) coprono capillarmente l’area urbana e sono molto convenienti, specialmente se si acquistano abbonamenti o tessere settimanali. I taxi a volte sono una buona alternativa e sono decisamente più economici che da noi.
  • Stipendi: lo stipendio medio degli australiani e’ superiore a quello degli italiani e già questo rende l’idea. Gran parte dei lavori qui permette di poter vivere da soli, togliersi qualche sfizio e metter via anche qualcosa. Discorso a parte per l’istruzione, soprattutto universitaria, veramente costosa.

In sostanza quindi il bilancio e’ migliore qui rispetto all’Italia, soprattutto grazie ai salari competitivi che permettono di sopravvivere agli affitti esosi. Tuttavia per le famiglie la situazione e’ meno rosea in quanto i costi per mandare a scuola i figli sono notevoli e necessitano di qualche sacrificio in piu’.

Tags: , , , ,
79 commenti

AUS vs ITA ep. 0 – Intro

Postato venerdì 1 giugno 2007 alle 12:17 da Lucio.  Stampa.
Categoria: AUS vs ITA.

Decidere di trasferirsi in un paese straniero per un periodo di tempo medio-lungo non e' facile. Reperire informazioni su libri, riviste e guide e' un ottimo e insostituibile punto di partenza per apprendere qualcosa sulla nuova citta' e i suoi ritmi. A volte pero' le cose che si leggono sono un po' tutte uguali e poco significative. Ovviamente si riesce a farsi un'idea generale di cio' a cui si va incontro ma niente e' utile come conoscere qualcuno sul posto o almeno avere un contatto diretto. In quel modo, tutto quello che il nostro cervello immagazzina e' il frutto genuino di un'esperienza giornaliera di vita vissuta.

Lo strumento piu' naturale che esiste per effettuare una scelta, prendere una decisione o dare valore a qualcosa e' il confronto. Ogni giorno, in svariate situazioni, siamo abituati a fare paragoni per costruire la nostra personale opionione di buono o cattivo: al supermercato quando facciamo la spesa, in un locale quando conosciamo una persona nuova, nella vita di tutti i giorni quando cerchiamo un nuovo lavoro o una nuova casa, etc. E' un processo inconscio e automatico che di solito non fallisce. Un potente strumento incorporato nel nostro cervello senza costi aggiuntivi.

Uno degli obiettivi di questo blog era ed e' quello di offrire alle persone che intendono venire in Australia (e a Sydney nella fattispecie) un filo diretto con questa realta', aiutandole a fare un buon confronto e quindi una scelta corretta. Per fare questo ho pensato che fosse una buona idea scrivere una serie di post che mettessero in luce e analizzassero le differenze tra Italia e Australia, spaziando su vari campi e questioni. Il mio proposito non e' dire dove si stia meglio, e' troppo complicato e soggettivo. Vorrei invece fornire delle informazioni valide e concrete per permettere alle persone di scegliere autonomamente.

Gli articoli saranno piu' incentrati su materie della vita di tutti i giorni piuttosto che solo su cose riguardanti turismo e vacanze. Faro' del mio meglio per non inserire commenti e opinioni personali tra le righe ma so gia' che involontariamente succedera' quindi vi chiedo perdono gia' da adesso! Naturalmente, miei cari lettori, questa iniziativa e' solo un'aggiunta ai soliti post, che continueranno regolarmente, di aggiornamento e descrizione della mia avventura down-under! Un'ultima cosa: ovviamente tutti i commenti, le idee, le critiche o quant'altro che vi vengono in mente sono sempre ben accetti, quindi non siate timidi e scrivete!

Ora non mi resta che darvi appuntamento al primo episodio della saga! A risentirci!

Tags: , , ,
8 commenti

Pagina 3 di 3:123