Elezioni 2010

Postato giovedì 29 luglio 2010 alle 12:45 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Cultura australiana.

Gli ultimi mesi sono stati un po’ turbolenti per la politica australiana (e anche per lo stato del New South Wales), con colpi di scena un po’ inusuali da queste parti. Il risultato più clamoroso di questi scossoni e’ il ricorso alle elezioni anticipate, programmate per il 21 agosto, che hanno fatto seguito alla precedente, e altrettanto inaspettata, detronizzazione di Kevin Rudd, eletto primo ministro nel 2007.

La caduta di Rudd pare sia stata causata dalla sua controversa recente manovra finanziaria, che prevedeva una nuova super tassa per il settore minerario australiano, cosa che ha fatto storcere il naso a molti, anche all’interno del suo partito (Labor, cioè sinistra). Questo, unito al declino del suo indice di gradimento tra gli elettori, ha portato all’ascesa al potere di Julia Gillard, prima donna ad assumere tale carica in Australia, qualche settimana fa.

Le elezioni anticipate a quel punto erano scontate: la Gillard cerca la legittimazione che non ha avuto finora, mentre i Liberal (destra), guidati da Tony Abbott, sperano nel ribaltone. Secondo gli ultimi sondaggi, i due partiti sono molto vicini ma, grazie all’interessato appoggio dei Verdi, i Laburisti paiono in decisivo vantaggio. Lo scontro imperversa su tutti i fronti ma in particolare su tre importanti tematiche: economia, immigrazione e clima.

Tags: , , , , ,
1 commento

Roberta da Sydney

Commento scritto mercoledì, ago 18th, 2010 3:59 am.

Vai Julia!!!

Pagina 1 di 1:1

Scrivi un commento

Nome ed e-mail (che non viene cmq visualizzata) sono obbligatori mentre il sito Internet e' opzionale.