Australia-Uzbekistan

Postato venerdì 3 aprile 2009 alle 13:58 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Cultura australiana.

In divisa con i colori ufficiali per l'occasione

Mercoledì sera allo stadio olimpico di Sydney, ora ribattezzato ANZ Stadium, si disputava Australia-Uzbekistan, match valido per le qualificazioni al mondiale in Sudafrica nel 2010. Noi c’eravamo. La partita poteva essere decisiva: una vittoria dell’Australia unita al contemporaneo pareggio tra Qatar e Bahrain, avrebbe qualificato matematicamente i gialloverdi per la fase finale della competizione.

I Socceroos – questo il soprannome ufficiale della nazionale australiana di calcio – hanno fatto la loro parte battendo il modesto Uzbekistan per 2-0 con reti di Joshua Kennedy e Harry Kewell su rigore nella parte centrale della ripresa, per la felicita’ degli oltre 57,000 spettatori accorsi allo stadio di Homebush Bay per l’occasione, nonostante la pioggia. Purtroppo pero’ lo sperato pareggio dall’altra parte non e’ arrivato. La festa per la terza qualificazione nella storia del calcio australiano e’ pero’ solo rimandata.

La partita non e’ stata delle migliori dal punto di vista tecnico e agonistico, tant’è che nel soporifero primo tempo ci sono state solo due occasioni – una per parte – miseramente fallite. La più clamorosa e’ capitata sui piedi di Mark Bresciano, giocatore italo-australiano che ha militato per molte stagioni nel Parma prima e nel Palermo poi, che ha pero’ fallito l’appuntamento col gol calciando addosso al portiere. Tutt’altra storia il secondo tempo, con gli australiani più vivaci e volitivi, trascinati proprio da Bresciano che ha dato il via all’azione del vantaggio.

Un plauso va sicuramente fatto agli eventi sportivi in Australia: dopo la bella esperienza degli Australian Open di Melbourne, un’ennesima conferma della civiltà che regna da queste parti e’ arrivata in occasione di questa partita. Andare allo stadio qui e’ una festa, un evento aperto a tutti – giovani, vecchi, famiglie, locali, turisti – non una guerra come dalle nostre parti. Completano l’opera impianti efficienti e funzionali, trasporti puntuali e capillari e – cosa più importante – il buon senso della gente.

Tags: , ,
4 commenti

Senryu_91

Commento scritto sabato, apr 4th, 2009 4:43 am.

ammiro l’Australia dal punto di vista sportivo perchè anche avendo pochi abitanti rispetto ad altri paesi riesce ad avere ottimi risultati in tutti gli sport grazie alla sua straordinaria dedizione e considerazione di esso, nel calcio imho è una delle maggiori nazionali emergenti assieme alla Turchia

braviiiiiiiii ^^

Simone

Commento scritto martedì, apr 7th, 2009 3:05 am.

Raga il 26 aprile sono a sydney WHV! AiutoooooooO!!!!

Ciank

Commento scritto martedì, apr 7th, 2009 1:34 pm.

Concordo pienamente Lucio, andare allo stadio, o cmq a un evento sportivo in generale da queste parti è senza dubbio una festa!!!! Aperta a tutti!!!
Per quanto riguarda il livello tecnico delle squadre di calcio, bè, sono andato a vedere una partita della squadra di Sydney valida per il campionato… Maria santissima che scarsi!!!! :) )))

Lucio

Commento scritto mercoledì, apr 8th, 2009 11:58 am.

x Senryu_91: Mah, secondo me nel calcio ne hanno ancora di strada da fare… ;-)

x Ciank: Io il campionato l’ho intravisto in tv ma c’era poco, molto poco… :-) Come stai vecchio? Novità?

Pagina 1 di 1:1

Scrivi un commento

Nome ed e-mail (che non viene cmq visualizzata) sono obbligatori mentre il sito Internet e' opzionale.