Notte al cinema

Postato mercoledì 2 gennaio 2008 alle 15:52 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Come anticipato la settimana scorsa, venerdi’ sera sono stato alla maratona cinematografica a Burwood, per una immersione di oltre sei ore nei tre film in programma, I am legend, Beowulf e 1408. Ebbene, nessuno dei tre mi ha convinto fino in fondo anche se qualcosa di buono si e’ visto.

I am legend era quello su cui puntavo di piu’ e per cui avevo piu’ aspettative ma il verdetto e’ purtroppo negativo. E’ il solito film su un virus che stermina l’umanita’ e sulla lotta post-infezione per sopravvivere e la sensazione e’ quella di assistere a qualcosa di gia’ visto e rivisto. In particolare, se avete visto 28 giorni dopo qualche anno fa, potete tranquillamente risparmiare i soldi per il film con Will Smith, dato che la storia e’ praticamente la stessa.

Dopo mezz’ora di pubblicita’ e trailer (tra cui proprio quello di I am legend!?!) ecco iniziare finalmente Beowulf e, nonostante debba ammettere che non sapevo nulla di questo film, non mi sarei certo aspettato quello che si nota sin dai primi fotogrammi: e’ un film d’animazione! O meglio, gli attori reali sono stati “digitalizzati” e inseriti in un cartone 3D, come Polar Express con Tom Hanks per capirsi. E secondo me, a conti fatti, il risultato non e’ male: l’azione e gli effetti speciali, tra cui i mostri e le battaglie, ne traggono vantaggio, a beneficio ovviamente degli spettatori. E poi c’e’ Angelina Jolie in versione mistica…

Infine, esaurita la solita mezz’ora di spot e gli stessi identici trailer di due ore prima (!), arriva il momento dell’ultimo film della maratona: 1408, un horror tratto da un racconto di Stephen King, che narra di un cinico giornalista specializzato nello sfatare miti legati ad attivita’ paranormali nelle stanze degli alberghi, stavolta alle prese con la numero 1408 appunto di un hotel di New York. Premesso che questo genere di film non mi attira piu’ di tanto, l’impressione che ho avuto e’ che sia il solito concentrato di spaventi e colpi al cuore, pensato solo per impressionare lo spettatore, senza badare troppo alla logica e alla trama.

Traendo le conclusioni devo dire che e’ stata una bella nottata e il tempo e’ trascorso piacevolmente. Le pause tra i film aiutano ad recuperare l’uso delle gambe anche se forse mezz’ora e’ anche troppo. Tornando ai film, come dicevo piu’ in su, nessuno mi e’ veramente piaciuto da volerlo rivedere in futuro e, ironicamente, quello che mi aspettavo fosse il migliore (I am legend) e’ quello che mi ha deluso di piu’ mentre il meno peggio (Beowulf) e’ proprio quello di cui sapevo poco o niente.

Tags:
2 commenti

Luca

Commento scritto giovedì, gen 3rd, 2008 12:12 am.

Bene, hai confermato alcune mie impressioni e mi farai risparmiare 7,5 euro per “I’m a legend”! Ottimo!

Dudu

Commento scritto giovedì, gen 3rd, 2008 6:53 am.

Bravo Lucio! Beowolf a me è piaciuto, anche se l’ho trovato un po’ scontato nel finale. Mi ha intrigato particolaremente la storia della digitalizzazione. Innovativo! ;)

Pagina 1 di 1:1

Scrivi un commento

Nome ed e-mail (che non viene cmq visualizzata) sono obbligatori mentre il sito Internet e' opzionale.