L’Australia chiede scusa

Postato mercoledì 13 febbraio 2008 alle 17:26 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Oggi, 13 Febbraio 2008, per la prima volta, l’Australia chiede ufficialmente e formalmente scusa agli Aborigeni coinvolti nelle Stolen Generations, tramite una mozione promossa dal governo laburista di Kevin Rudd, che alle 9 di questa mattina ha pronunciato le tanto attese parole davanti a tutta la nazione.

Il termine Stolen Generations indica la moltitudine di bambini indigeni o di sangue misto (si stima 100.000) sottratti con la forza alle loro famiglie naturali e messi in orfanotrofi o dati in adozione a famiglie bianche, durante l’arco temporale di cento anni, tra il 1869 e il 1969, con l’obiettivo, dichiarato e supportato dai vari governi federali, di proteggerli dai loro simili e di dar loro un’opportunita’ per una vita migliore nella societa’ australiana, incuranti del trauma provocato ai genitori e ai bambini stessi.

Dalla fine degli anni Sessanta, molta strada e’ stata fatta verso un ricoscimento dei torti inflitti e una riconciliazione con gli Aborigeni da parte dei “coloni europei”, ma ancora molta ne resta da fare secondo i piu’ critici. Le tappe piu’ significative di questa processo sono tuttavia molto recenti: nel 1997 la pubblicazione di un’inchiesta di due anni, Bringing Them Home, che dettagliava in modo approfondito le rimozioni dei bambini con tanto di cifre e testimonianze, ha finalmente aperto gli occhi all’opinione pubblica australiana portando all’istituzione nel 1998 di una festa nazionale, il Sorry Day, che si tiene ogni anno con celebrazioni e manifestazioni atte a favorire la riconciliazione. Tuttavia il governo non aveva mai preso una posizione netta e ufficiale fino ad oggi.

I passaggi piu’ significativi del discorso di Rudd, concordato con i leader Aborigeni e approvato e sostenuto anche dall’opposione liberale, recitano cosi’:

  • “Oggi onoriamo i popoli indigeni di questa terra, le culture piu’ antiche nella storia dell’umanita’.”
  • “E’ arrivato il momento per la nazione di voltare pagina nella storia dell’Australia, riconoscendo gli errori del passato per guardare con sicurezza al futuro.”
  • “Chiediamo scusa specialmente per la rimozione dei bambini Aborigeni dalle loro famiglie, comunita’ e terre.”
  • “E per il trattamento indegno e degradante che abbiamo inflitto a delle persone e culture cosi’ piene d’orgoglio, chiediamo scusa.”
  • “Oggi facciamo il primo passo con questa presa di coscienza del passato e la pretesa di un futuro che accolga tutti gli australiani.”
  • “Un futuro in cui tutti gli australiani, di qualunque origine, siano veramente trattati alla pari, con pari opportunita’ nel formare il prossimo capitolo della storia di questo grande paese, l’Australia.”

Tags: , , , ,
4 commenti

Come avete scoperto questo blog?

Postato martedì 12 febbraio 2008 alle 15:31 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Blog.

Come hai scoperto From Italia to Australia?

Come accade ogni due settimane da qualche mese a questa parte, ieri ho inserito un nuovo sondaggio sul blog. Questa volta vi chiedo come siete approdati su From Italia to Australia, proponendovi cinque scelte: perche’ conoscete uno di noi o entrambi e quindi anche l’indirizzo del sito, cliccando su un link presente in un altro blog/forum/sito, cercando informazioni (sull’Australia o altro) sui motori di ricerca, perche’ ci avete visti su Sky o per altri motivi. In quest’ultimo caso, qualora avessi dimenticato un’opzione importante, segnalatemela usando i commenti su questo post e la aggiungero’ alle altre.

Il sondaggio delle settimane scorse, che indagava sul vostro attaccamento televisivo alle nostre vicende, si e’ concluso con 27 voti totali con una netta predominanza del si, ovvero che ci avete visto su Sky o avete intenzione di farlo prossimamente. Grazie a nome di entrambi per la partecipazione. Per finire, ricordo il nuovo appuntamento su SkyVivo (canale 109) con il programma Stella di Maurizio Costanzo per Mercoledi’ 13 a partire dalle 9 del mattino ora italiana.

Tags: , ,
10 commenti

Contrattiamo

Postato venerdì 8 febbraio 2008 alle 15:14 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Questa settimana mi e’ stata confermata una notizia che era gia’ ufficiosamente nell’aria: il mio contratto di lavoro per il NSW Department of Health, in scadenza nelle prossime settimane, e’ stato rinnovato ulteriormente fino alla prossima primavera (australiana, autunno italiano). Il progetto a cui sto lavorando, il rifacimento del sito web del ministero che deve conformarsi alle direttive governative, e’ infatti ancora lungi dall’essere concluso, a dispetto delle superficiali e frettolose stime iniziali che prevedevano solo qualche mese di migrazione manuale.

Nonostante il visto di quattro anni di cui sono in possesso non sia comunque in discussione, l’estensione dell’attuale contratto e’ una bella notizia perche’, oltre a significare che cio’ che ho fatto fino ad ora e’ stato all’altezza delle aspettative dei miei responsabili, mi permette anche di pianificare piu’ in tranquillita’ i mesi a venire, che molto probabilmente includeranno un secondo viaggio estivo in Italia, dopo quello dello scorso anno.

Nel frattempo la nostra esperienza televisiva continua, con il secondo collegamento in diretta su Sky avvenuto ieri. In studio Costanzo e i suoi ospiti hanno parlato principalmente di ricerca scientifica sulle cellule staminali, di emergenza rifiuti e di instabilita’ in Medio Oriente, coivolgendoci in un paio di occasioni durante la puntata. Inoltre, abbiamo scoperto con piacere che c’e’ un nuovo collegamento anche da Tokyo, citta’ e cultura, quella giapponese, che ammiriamo e che sicuramente visiteremo di persona in futuro.

Qui a Sydney la vita procede tranquilla, anche se l’opinione pubblica ultimamente e’ polemica sui recenti aumenti nel mercato immobiliare che intaccano il potere d’acquisto degli australiani. Niente a che vedere, comunque, con il crescente e (apparentemente) inarrestabile malcontento che sta flagellando l’Italia negli ultimi tempi, dalle cui autolesioniste beghe politiche e puzzolenti discariche siamo lontani (geograficamente) ma sempre vicini (affettivamente).

Tags: , , , ,
5 commenti

Calcio australiano

Postato martedì 5 febbraio 2008 alle 14:17 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Cultura australiana.

La settimana scorsa, a distanza di due anni dall’ultima volta, mi sono riaffacciato al calcio a undici vero e proprio, dopo qualche partitella nel parco e a calcetto un po’ di tempo fa. L’occasione era data dai provini per entrare in una squadra amatoriale di Premier League, ossia il livello piu’ alto in Australia prima del professionismo. Tempo fa, infatti, tramite Dusan, un ragazzo ceco che conosco da circa un anno, avevo incontrato l’allenatore tedesco (hi hi hi) del Lindfield SC, squadra nella quale hanno militato entrambi per qualche stagione, che mi aveva prontamente chiesto di andare a giocare dopo aver saputo che ero italiano e che avevo giocato a calcio prima.

Nonostante fossi riluttante per vari motivi, tra cui il fatto che sono gia’ impegnato con la palestra, i 45 minuti di treno per tornare a casa dopo l’allenamento e la rottura di appoggiarsi a qualcuno per i trasferimenti stazione-campo, ho accettato di andare almeno ai provini, soprattutto per curiosita’ nei confronti del calcio amatoriale australiano e per vedere in che stato ero dopo un periodo cosi’ lungo di inattivita’.

Mi immaginavo prima di andare che quasi tutti i giocatori fossero europei e sudamericani e che a fatica si riuscisse a mettere insieme una rosa di venti persone, in uno sport tradizionalmente e culturalmente poco seguito e sviluppato in questa nazione, soprattutto a livello dilettante. E invece mi sbagliavo. Oltre ai membri della squadra gia’ selezionati dagli anni precendenti, c’erano almeno altre trenta persone vogliose di mettersi in mostra e conquistarsi uno dei pochi posti disponibili, e la maggioranza erano ragazzi australiani, nonostante una comunque nutrita rappresentanza di stranieri, tra cui europei, sudamericani e anche asiatici, a testimonianza che il movimento calcistico e’ in forte ascesa ed espansione qui down under.

I provini si sono svolti lunedi’ e giovedi’ scorsi, principalmente tramite partitelle, cinque contro cinque o a tutto campo, con e senza portieri. Per darvi un’idea della novita’ che rapprensenta il calcio qui, vi dico solo che quel terreno di gioco e’ usato di solito per il cricket, con la famosa pedana di lancio (o come cavolo si chiama) nel bel mezzo del centrocampo! Tra tutti gli aspiranti, secondo me, sei-sette si distinguevano nettamente, un dieci-dodici era meglio scegliessero altre attivita’ ricreative e il resto stava nel mazzo. Se siete curiosi di sapere se mi hanno preso o no, vi rivelo subito che prima ancora di finire avevo gia’ parlato con l’allenatore, manifestando la mia volonta’ a non volermi impegnare ulteriormente e quindi, di fatto, ritirandomi dalla competizione…

Tags: , ,
52 commenti

Il giorno dopo

Postato venerdì 1 febbraio 2008 alle 17:27 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Lasciati passare un paio di giorni di fisiologico recupero e raffreddamento, e’ il momento di fare qualche considerazione riguardo il nostro debutto televisivo nella trasmissione Stella condotta da Maurizio Costanzo in onda su SkyVivo (canale 109), avvenuto, ricordiamo, mercoledi’ 30 gennaio a partire dalle 11 italiane.

Come, credo, sia normale, eravamo un po’ emozionati e tesi all’idea di apparire in TV, per giunta in diretta e via webcam, chi non lo sarebbe? L’atmosfera informale del programma, l’aiuto e il supporto costante via chat della redazione, in particolare di Pierluigi Pisa, che saluto e ringrazio, ci hanno pero’ permesso di scioglierci un po’ e sentirci piu’ a nostro agio, come se fossimo a casa nostra (in realta’, fisicamente ci eravamo proprio!).

Durante le due ore di collegamento, siamo intervenuti in tutto 3-4 volte, inizialmente con una piccola introduzione in cui Maurizio Costanzo ci ha chiesto notizie su di noi e la nostra esperienza, proseguendo con il commento ad alcune notizie locali di cronaca, per poi finire con una descrizione di questo blog e dell’importanza che riveste per molte persone alla ricerca di informazioni sull’Australia e su come ci si arriva e vive. A tal proposito, sembra che dalla prossima puntata l’indirizzo venga reso pubblico durante il programma, per aiutare i pochi che ancora non lo hanno trovato, eh eh… Ovvio inoltre riportare la grande eccitazione delle nostre famiglie che ci guardavano a casa, che abbiamo raggiunto telefonicamente nelle ore seguenti, ancora increduli per cio’ che avevano visto e sentito!

Appuntamento ora con la settimana prossima quindi, molto probabilmente ancora di mercoledi’, sempre dalle 11 alle 13 italiane su SkyVivo (canale 109)!

E ora qualche altro aggiornamento riguardante il blog: il sondaggio conclusosi lunedi’ scorso ha visto prevalere nettamente Sydney come citta’ migliore d’Australia, secondo le opinioni degli utenti del blog, che ha staccato Melbourne, Brisbane e Perth tutte a pari merito al secondo posto. Il nuovo sondaggio in corso, invece, e’ ovviamente legato alla grande notizia degli ultimi giorni, di cui ho ampiamente parlato sopra, per sondare la vostra fedelta’ televisiva…

Pensi di guardare i ragazzi su Sky?

Inoltre, vista la pochezza e inaccuratezza di informazioni disponibili su di noi nella pagina Chi siamo, che riporta ancora una foto di tutti e tre e solo una lista dei nostri soprannomi australi, ho creato una nuova pagina chiamata La nostra storia, dov’e’ sono spiegati nel dettaglio gli eventi che ci hanno, prima, portato qui a Sydney e, poi, trattenuto piu’ a lungo del previsto.

Tags: , ,
3 commenti

Pagina 2 di 2:12