Vacanze estive e pasquali

Postato venerdì 29 febbraio 2008 alle 17:05 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

Finalmente e’ ufficiale: ho acquistato il biglietto aereo per l’Italia! La vacanza, della durata di circa quattro settimane durante il mese di Giugno, prevede qualche giorno di stop over in Thailandia e il resto del tempo a casa, con qualche altro breve viaggetto in Europa ancora da definire. Il dettaglio dei voli e’ il seguente: Sydney, Bangkok, Zurigo, Milano all’andata e Milano, Zurigo, Hong Kong, Sydney al ritorno.

La ricerca di un volo non troppo complicato ad un prezzo umano non e’ andata proprio a buon fine: per varie ragioni, tra cui l’inizio dell’alta stagione, la Giornata Mondiale della Gioventu’ a Sydney in Luglio e l’organizzazione delle agenzie di viaggio in Australia (cosa che approfondiro’), non disponevo di molte alternative al momento della prenotazione e sono stato quasi costretto a lasciare il deposito per non rischiare di dovermela fare a colpi di stile libero e dorso. Anyway, tutto e’ bene quel che finisce ben pagato, e ho il biglietto in mano.

Ci tenevo a tornare in Giugno principalmente per due motivi: in primis, il matrimonio di Matteo (madecrg) e Romina (Mina), che voglio ringraziare per l’invito, annunciando anche ufficialmente la mia presenza, e poi per assistere alle partite dei primi Europei con l’Italia che partecipa da Campione del Mondo in carica, senza dovermi alzare alle 4 di mattina; in realta’, avevo anche progettato di andare in Svizzera a vedere qualche match, ma purtroppo i biglietti sono esauriti da decenni. Senza dimenticare, ovviamente, la voglia di vedere parenti e amici, godendo appieno del bel tempo che dovrebbe allietare l’estate italiana. Diverso sara’ poi tornare indietro nel bel mezzo dell’inverno australiano…

Ripensando a questo anno e mezzo di Australia pero’ e’ impossibile non annotare la poca mobilita’ che mi ha contraddistinto. A parte Sydney, infatti, non ho visto altro. Che fare allora? Semplice, approfittare del lungo weekend pasquale in arrivo e andare in Queensland con Manuel e Gianluca (Sojola)! Il volo per Gold Coast e l’ostello sono cosa fatta, ora non resta che aspettare il 19 marzo! Lo so che ora penserete che sia sempre in giro ma dovro’ pur vedere un po’ di mondo, no…?

Tags: , , , ,
15 commenti

Com’e’ il tuo inglese?

Postato martedì 26 febbraio 2008 alle 16:18 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Blog.

Com’e’ il tuo inglese?

Il nuovo sondaggio che vi propongo per le prossime due settimane e’ una sorta di autocertificazione sulla conoscenza della lingua inglese, ovviamente lingua ufficiale in Australia (ma molto spesso affiancata da almeno un’altra in molte case australiane) e ormai indispensabile nella famigerata “globalizzazione” del giorno d’oggi. Vediamo, insomma, che voto vi date in inglese. Penso che i risultati saranno particolarmente interessanti per il fatto che ognuno giudica se stesso, cosa non proprio semplice. Io, per esempio, prima di lasciare l’Italia, pensavo di essere ad un livello buono, mentre il primo impatto una volta qui non e’ stato tutto rose e fiori.

Il sondaggio precendente invece, chiusosi con un record di 41 voti, vi chiedeva come siete venuti a conoscenza di questo blog. Il risultato e’ stato curioso: come previsto, ha vinto il gruppo di persone che ci conosceva gia’ di persona, ma con una percentuale di solo il 44%, il che significa che piu’ della meta’ di voi ha trovato From Italia to Australia prevalentemente cercando su Internet o cliccando su dei link. Cosa, questa, che si traduce con una buona visibilita’ del sito sul Web.

E ora, per chiudere, un aneddoto inquietante successo domenica sera. La cena, abbastanza abbondante e variegata, aveva prodotto un grosso quantitativo di stoviglie e tegami sporchi, al limite della capienza dello scolapiatti. La nostra capacita’ di incastro aveva fatto si che riuscissimo a impilare abilmente il tutto. Poi, improvvisamente, mentre mi trovavo in camera e Manuel in soggiorno, ecco un’esplosione fragorosa! Un boato improvviso ha scosso la pace domestica domenicale!

Accorsi sul luogo del misfatto, abbiamo constatato increduli l’accaduto: un bicchiere, evidentemente sotto pressione, schiacciato tra una padella e una ciotola, e’ letteralmente esploso, disintegrandosi in un’incredibile quantita’ di pezzetti e riducendosi ad un mucchio di frammenti di vetro! E la cosa piu’ strana e’ che la causa non e’ stata uno smottamento o un crollo della struttura, in quanto tutto era ancora fermamente al suo posto. Dopo aver invano tentato di contattare, nell’ordine, MacGyver, Cecchi Paone e le redazioni di Misteri e Ultimo Minuto, abbiamo sgombrato la scena del delitto e deciso di archiviare il caso come X-Files

Tags: , , ,
9 commenti

Politici e scandali dei paesi tuoi

Postato venerdì 22 febbraio 2008 alle 15:59 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

In questi giorni su tutti i notiziari in tv e giornali di Sydney sta tenendo banco un caso di corruzione, misto a scandalo sessuale, che coinvolgerebbe diversi politici del governo laburista del NSW, che ha come premier Morris Iemma, australiano nato da genitori calabresi. La vicenda e’ ancora sotto investigazione ma ogni giorno sembra assumere proporzioni sempre piu’ allarmanti.

Come detto, il giallo e’ esploso molto recentemente e gli inquirenti sono al lavoro per far luce e individuare responsabili e sanzioni. Apparentemente e’ nato tutto da un’accusa di molestie sessuali nei confronti di tale Joe Scimone, impiegato governativo nella citta’ di Wollongong, a sud di Sydney che avrebbe appunto infastidito una collega con proposte indecenti. Si e’ scoperto poi che la vittima non e’ stata l’unica a subire tali attenzioni non gradite e altre accuse sono fioccate in successione da altre colleghe e conoscenti.

Ad aggravare il fatto, allargando cosi’ la portata dello scandalo, e’ saltato fuori che Scimone aveva ottenuto il suo posto pubblico da 200.000$ l’anno grazie ad una spintarella del suo amico Joe Tripodi, Ministro dei Porti e esponente di spicco del governo laburista, con altri importanti ministri, tra cui quello della Salute, dei Trasporti e dell’Ambiente, a conoscenza del tutto.

Ora, e’ impossibile non soffermarsi su queste notizie, soprattutto alla luce di cosa sta succedendo nella politica italiana in questo momento, forse ai suoi minimi storici. Scimone e Tripodi, i protagonisti di questa storia, sono di chiare origini italiane e questo, tralasciando ogni scomodo paragone, fa quanto meno sorridere. Tutto il mondo e’ paese insomma, con i politici italiani onesti, di nascita o di discendenza, che si contano sulle dita della mano di un monco.

Tags: , , ,
7 commenti

Facebook

Postato mercoledì 20 febbraio 2008 alle 16:26 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Da qualche anno a questa parte una serie di nuovi siti Internet si e’ imposta all’attenzione degli utilizzatori della rete, tutti classificabili sotto un unico ombrello che risponde al nome di Web 2.0. Questa definizione ha due connotazioni principali: tecnica, i siti in questione sono infatti tecnologicamente piu’ complessi da creare e assomigliano a delle applicazioni vere e proprie piuttosto che a semplici pagine web, e semantica, servono infatti nella maggioranza dei casi a creare e mantenere delle reti sociali online. I “prodotti” di questo nuovo corso possono essere divisi in quattro categorie: blogs (es. Wordpress), wiki (es. Wikipedia), syndication (es. formato RSS) e communities. Facebook e’ probabilmente il principe di quest’ultimo gruppo e di tutto il Web 2.0.

Facebook, che in italiano significa “libro di facce” (avete presente i famosi almanacchi degli studenti che si vedono nei film americani?), nasce nel 2004 dalla mente dello studente universitario Mark Zuckerberg che realizza un sito per mettere in contatto gli studenti di Harvard. Il sito diventa popolare e si estende velocemente alle altre universita’, americane prima, e del mondo poi. Il successo continua cosi’ velocemente che in pochi mesi le registrazioni vengono aperte a tutti i maggiori di 13 anni, con il risultato che a fine 2007 gli utenti attivi erano circa 60 milioni da ogni parte del globo!

Lo scopo principale e originario del sito e’, come detto, creare e mantenere online i contatti con i propri amici e conoscenti, tramite delle reti di appartenenza geografica, scolastica e lavorativa. Ma c’e’ ovviamente molto di piu’: grazie alla possibilita’ di aggiungere a piacere delle estensioni al modulo base di Facebook, gli utenti possono intrattenersi con una moltitudine di applicazioni, tra cui giochi, quiz, foto, video e chi piu’ ne ha piu’ ne metta, molte delle quali finalizzate a conoscere nuova gente e allargare il proprio giro virtuale.

A questo punto voi direte “Bello, ma sembra piu’ un post da DIGITALife e poi cosa centra con l’Australia?” E’ presto detto: qui chiunque, tra i giovani, e’ su Facebook! Andate in strada e chiedete a dieci persone a caso tra i 18 e i 35 circa e le probabilita’ che rispondano positivamente saranno altissime! E uguale popolarita’ si riscontra negli altri paesi di lingua inglese ovviamente. Per cio’ che riguarda l’Italia, invece, non credo sia ancora cosi’ diffuso, causa lingua soprattutto, se non tra chi ha contatti universitari o all’estero. Ma secondo me e’ solo questione di tempo. Ovviamente anche noi ci siamo adeguati e siamo presenti con il nostro profilo! See ya on Facebook!

Tags: , , , ,
3 commenti

Japanese party

Postato sabato 16 febbraio 2008 alle 15:22 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita sociale.

Nasce un nuovo amore…

Domenica scorsa, in serata, eravamo invitati ad una festa giapponese in un appartamento a Ultimo, nei pressi di Darling Harbour. I nostri contatti erano alcune ragazze che abbiamo conosciuto qualche tempo fa e Gianluca e’ venuto con noi. Come e’ lecito aspettarsi, la maggioranza delle persone erano nipponici ma non mancava qualche altro asiatico e qualche europeo. Grazie alla nostra presenza, il secondo gruppo piu’ popoloso erano gli italiani e l’altezza media degli invitati ne ha guadagnato di conseguenza.

L’appartamento era molto grande e ben tenuto e si notava subito dalla pulizia e dall’ordine che gli inquilini erano solo ragazze. Ovviamente cibi e bevande abbondavano, con pentole e fornelli a pieno regime per tutto il tempo. Sfortunamente, grazie alla soffiata di Manuel che sosteneva ci fossero solo drinks, mi sono riempito come un bue a casa e non ho potuto cosi’ approffitare del generoso e variegato buffet culinario, limitandomi a qualche carota in pinzimonio in stile casa di riposo.

Nel complesso la festa non e’ mai decollata completamente, forse per il fatto che fosse domenica sera, forse per la tipica compostezza asiatica e le uniche perle della serata sono venute dagli intrecci sentimental-amorosi in corso d’opera che mi sono goduto appieno da spettatore, non avendo interessi diretti in ballo. Ora, vista la castita’ propria di questo blog, non posso scendere nei dettagli, soprattutto perche’ non mi riguardano, ma qualche aneddoto lo posso comunque svelare…

Appena siamo arrivati siamo stati accolti da un personaggio particolare, che rispondeva al nome di Binko (subito ribattezzato Minkio), che sprizzava femminilita’ e promiscuita’ da tutti i pori. Il fatto e’ che e’ un maschio (esteriormente almeno)… Detto questo, dopo avermi dato del vecchio a bruciapelo, ha iniziato a convogliare esplicitamente le sue attenzioni sul buon Gianluca, che ha pero’ retto alla pressione e reagito da signore. Le avance e i siparietti, documentati da foto memorabili in vendita separatamente, sono continuati fino a quando non ce ne siamo andati, lasciandocelo dietro (in tutta sicurezza comunque) un po’ sconsolato.

Durante tutto questo tempo, tuttavia, abbiamo avuto poche notizie di Manuel, che e’ stato avvistato l’ultima volta a inizio serata a colloquio ravvicinato con una delle padrone di casa. Come abbia trascorso le ore successive e’ tuttora un mistero e ogni notizia a riguardo e’ percio’ benvenuta.

Tags: , ,
5 commenti

Pagina 1 di 2:12