Italians down-under

Postato lunedì 22 ottobre 2007 alle 17:18 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita sociale.

Il weekend appena trascorso e' stato molto positivo per varie ragioni: uscite, feste, nuovi amici e amiche, sole e bel tempo, ADSL hanno infatti allietato le due canoniche giornate (e serate) di sosta dal lavoro, anche se qualche piccolo inconveniente non e' mancato. Ma andiamo con ordine.

Ultimamente il manipolo di Italiani con cui uscire e fare serata si sta rimpolpando decisamente: qualche tempo fa infatti ho conosciuto Davide (Pavia) prima e Roberto (Lodi) poi, con i quali ho passato delle ottime serate a zonzo per la citta' o in giro per i bar, parlando e sparando cazzate ovviamente in italiano per non farci sgamare da chi stava nei dintorni. Nonostante sia infatti molto bello conoscere gente da tutto il mondo, ogni tanto si apprezza anche il ritorno all'Italianita'.

Venerdi' invece sono uscito in compagnia di Andrea (Padova) e Paolo (Pordenone) con i quali si viaggiava addirittura a dialetto veneto, quindi trattasi di vero e proprio ritorno alle origini! Ah, per la cronaca, dopo mesi di segregazione nelle prigioni di The Rocks, Manuel e' stato finalmente dei nostri per qualche ora prima di abbandonarci prematuramente nel corso della serata.

Sabato, dopo qualche disguido tecnico e un po' di attesa al telefono, finalmente ci hanno attivato Internet a casa scatenando in me un raptus scaricativo senza precedenti, facilitato anche dalle vertiginose velocita' di download disponibili, che mi ha di fatto inchiodato in casa per tutto il pomeriggio. In serata poi festa di compleanno di altri amici a Newtown, un quartiere "alternativo" alle porte di Sydney, con chiusura finale delle ostilita' nella Casa del Popolo (che prima o poi spiegheremo cos'e').

Domenica mattina risveglio con sorpresa: non c'e' acqua dai rubinetti. Dopo previa verifica con il padrone di casa, Sydney Water (anche se non si direbbe dal nome e' la societa' che gestisce l'acqua a Sydney…) mi comunica al telefono che avrebbero riparato il guasto, causato da una rottura nel vicinato, nel primo pomeriggio. Nell'attesa di potermi lavare la faccia, i denti o farmi una doccia o il bucato o tutte le cose insieme, mi sono guardato i primi episodi di una serie tv poco famosa in Italia ma che secondo me non e' male, Battlestar Galactica. Purtroppo l'acqua e' tornata solo alle 7 di sera e ho dovuto quindi prepararmi di corsa per l'appuntamento alle 9 a Surry Hills, il quartiere degli artisti. 

Tags: , , , ,
5 commenti

clyde

Commento scritto mercoledì, ott 24th, 2007 2:41 pm.

tu non sai cosa significa vivere senz’acqua… tu non hai mai avuto una falcon…

Tose

Commento scritto mercoledì, ott 24th, 2007 5:22 pm.

Mitica la serie Battlestar Galactica, ne ho visto qualche puntata su sky, le ho scaricate tutte, ma vista nessuna per mancanza di tempo. (non male la cylona bionda!!)

Lucio

Commento scritto giovedì, ott 25th, 2007 12:45 pm.

x Clyde: Lo so, non dovrei lamentarmi rispetto alle tue avventure desertiche!

x Tose: Io intanto ho visto solo la miniserie introduttiva in attesa dei “torrenti”…
:-)

Mauro mowgli

Commento scritto giovedì, mag 28th, 2009 3:26 am.

X Lucio Tose e Cylde
Si sente molto parlare di acqua e tempo per l’Australia. Ma a Sidney nel concreto che clothes è meglio mettere nel proprio bagaglio? Fly flot bermuda e magliette in quantità accompagnate da occhiali da sole un cappello e qualche felpa? ah dimenticavo..volendo fare un discorso sulla moda; qual’è il mainstream modaiolo dei venticinquenni? Che ne dite se mi portassi le mie camice casual kandiskiane con tanto di cravatte multicolors? :-)

Lucio

Commento scritto mercoledì, giu 3rd, 2009 12:05 pm.

Se vuoi rimanere per un anno, porta via un po di tutto: le temperature variano dai 6-7 notturni di luglio ai 30 circa diurni di gennaio e febbraio.

Pagina 1 di 1:1

Scrivi un commento

Nome ed e-mail (che non viene cmq visualizzata) sono obbligatori mentre il sito Internet e' opzionale.