Stufe e affini

Postato lunedì 28 maggio 2007 alle 15:37 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita domestica.

Qui a Sydney l'inverno e' ormai alle porte e ultimamente sta facendo un po' freddo, specialmente di notte e al mattino, con temperature di circa 12-14 gradi. La situazione non e' ancora grave ma nel giro di un mese le cose cambieranno. Quasi tutte le case a Sydney non hanno il riscaldamento e hanno un pessimo isolamento termico a causa delle mura sottili e dei serramenti con gli spifferi, con il risultato che non c'e' molta differenza tra interno e esterno: se c'e' freddo fuori, c'e' freddo anche dentro. Per questo motivo, questo weekend avevo una missione da compiere: comprare un stufa.

Sabato pomeriggio (la mattina di questo giorno di solito non esiste per me) ho dato un'occhiata in alcuni negozi di elettrodomestici a Rockdale per farmi un'idea dei prezzi e dei vari modelli (a olio, a resistenza, con la ventola, etc) in modo da poter fare un acquisto intelligente. Domenica quindi ho fatto un check anche da The Good Guys, lo store dove avevamo acquistato il frigo e la tv, il cui motto e' "pay less, pay cash", che significa che se paghi in contanti ti fanno lo sconto. La scelta era buona, i prezzi anche e quindi dopo aver parlato con un commesso e aver ristretto la rosa a due candidate, mi sono finalmente deciso a comprarne una e l'ho portata a casa. Non appena sono entrato nell'appartamento e ho aperto la scatola per provarla, mi sono accorto del misfatto: mi hanno dato quella sbagliata! Nooo! Inutile imprecare, non ho avuto scelta, ho dovuto rifarmela tutta a piedi fino al negozio per sistemare la faccenda.

Il commesso di prima era misteriosamente scomparso nel nulla e allora ho spiegato l'arcano ad un altro, che ho scoperto poi essere italiano! In realta' e' stato lui, dopo aver letto il mio nome sulla ricevuta, che mi ha chiesto se parlassi italiano. Dopo avermi cambiato la stufa, abbiamo fatto quattro chiacchiere e Armando mi ha rivelato di essere di Roma, di essersi trasferito qua 37 anni fa e di essere in procinto di andare in pensione, per passarla magari nella natia Italia. E' strano come all'inizio non ci siamo accorti di avere la stessa provenienza, parlando in inglese finche' lui non ha visto il mio nome…

Comunque, la nuova stufa e' fantastica e anche se non ho la ragazza, ho trovato lo stesso un modo per riscaldarmi il prossimo inverno! :-D

Tags: , , ,
5 commenti

Luca Musicomane

Commento scritto lunedì, mag 28th, 2007 4:11 pm.

Ecco,
se c’è una cosa che odio visceralmente dell’Australia è come sono fatte le case. Ma santo dio, l’inverno arriva ogni anno…com’è che non costruiscono abitazioni con muri spessi, legno magari all’interno per isolare, doppi vetri, infissi con guarnizioni e riscaldamento?
E’ una assurdità :)
Qui a Melb fa veramente freschetto al mattino…si toccano gli 8 gradi per ora…e siamo ancora in autunno!
Sono pazzi questi australiani.

Lucio

Commento scritto martedì, mag 29th, 2007 9:23 am.

Eh lo so, me lo chiedo anch’io!
Secondo me, e’ un modo per autoconvincersi che c’e’ sempre bel tempo!
E cmq a Sydney si sta ancora bene, ma li giu’ in Victoria immagino ci sara’ da divertirsi tra un paio di mesi…

Giò

Commento scritto giovedì, mag 31st, 2007 4:39 pm.

Hi mates!
buon viaggio all around Australia…

cheers,
Giò

Asciapazza

Commento scritto venerdì, giu 1st, 2007 3:34 am.

ciao lvcyo bella la storia della stufa…hai trovato un italiano di roma come me e nn l’hai riconosciuto :D …ma non parlava come alberto sordi nell’americano a roma ? :D …cmq ti ho aggiunto alla mia lista e teniamoci in contatto :D …ciao e a presto

Lucio

Commento scritto venerdì, giu 1st, 2007 12:25 pm.

x Gio’: Grazie e buona permanenza anche a te in Tibet!

x Asciapazza: Eheheh dopo 37 anni il suo accento capitolino e’ solo un ricordo ormai! Poi pero’ e’ uscito con tutto il suo splendore quando e’ passato all’italiano!

Pagina 1 di 1:1

Scrivi un commento

Nome ed e-mail (che non viene cmq visualizzata) sono obbligatori mentre il sito Internet e' opzionale.