Cronache natalizie 1/2

Postato venerdì 28 dicembre 2007 alle 16:09 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Informazioni, Vita sociale.

Tutti riuniti per la classica foto di gruppo!

Con la classica pausa che solitamente intercorre tra il giorno di Natale e Capodanno, e’ arrivato il momento di ricordare gli avvenimenti principali di questa prima parte di vacanze natalizie.

Sabato scorso ero invitato alla festa di compleanno di Paolo e Max, che per l’occasione avevano organizzato una trasferta in una zona di villeggiatura a un’ora e mezza di macchina sulla costa a nord di Sydney, in una cittadina chiamata Woy Woy. La casa che ci ospitava, di proprieta’ di una collega di Paolo, e’ una vera e propria reggia, da restare a bocca aperta: tre piani, terrazzo, giardino, sala cinema, molo privato e accesso diretto all’acqua. Per dare un’idea vi dico che eravamo una ventina e c’era posto per dormire per tutti!
La casa e’ situata su St. Hubert Island, un’isoletta della baia dell’Hawkesbury River, un grande fiume (che sembra piu’ un lago) simile al Sydney Harbour, solo piu’ selvaggio e meno sviluppato. Sabato sera, quando sono arrivato, non mi ero reso conto della maestosita’ del luogo ma il giorno seguente con la luce del sole mi sono potuto godere appieno la vista, nonostante la stanchezza data dalle poche ore di sonno.

Domenica e lunedi’ niente da segnalare a parte l’incontro (finalmente) con il mitico Gianluca, arrivato da poco a Sydney, entrato nella leggenda di questo blog dopo i fatti dell’aeroporto di Malpensa. Abbiamo passato qualche ora in giro per i negozi di Burwood, parlando del piu’ e del meno, di questa sua avventura down under e soprattutto delle sue difficolta’ iniziali ad ambientarsi, che sembrano pero’ fortunatamente in via di risoluzione.

Basso profilo anche mattina e pomeriggio del giorno di Natale, a causa soprattutto del brutto (e freddino) tempo, tant’e’ che neanche quest’anno siamo riusciti ad andare in spiaggia. La sera invece cena tranquilla seguita da una festa piu’ movimentata nella Casa del Popolo, con amici e conoscenti vari. Alla cena eravamo presenti solo io, Manuel, Yukas (nostro amico messicano che abita nella CdP), David (ceco che abita nella CdP), Giovanni (nostro amico romano) e Noona (coreana che abita nella CdP) e l’accordo era che ognuno preparasse un piatto tipico del proprio Paese: noi, ovviamente colti da proverbiale pigrizia, ce la siamo cavata con una pasta al pomodoro… Nel corso della serata poi altre persone si sono unite e ne e’ uscita una simpatica e multiculturale festicciola (vedere foto) che si e’ potratta fino a tarda notte.

Ancora relax e dolce far niente nei giorni seguenti fino ad arrivare ad oggi e al ritorno in ufficio per sbrigare qualche faccenda in sospeso. Stasera invece andro’ al cinema per la mia prima movie marathon, cioe’ un biglietto unico per tre film consecutivi, dalle 23.30 in avanti. I film in programma sono I am legend (il nuovo di Will Smith), Beowulf (con Angelina Jolie) e 1408 (un horror tratto da Stephen King) e dovrebbero essere validi, secondo critica e pubblico. Se non mi addormento, vi sapro’ aggiornare.

Tags: , , , , ,
4 commenti

Merry Christmas!

Postato martedì 25 dicembre 2007 alle 15:05 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Una foto di repertorio di Babbo Natale

Tags: , ,
5 commenti

AUS vs ITA ep. 6 – Natale

Postato venerdì 21 dicembre 2007 alle 15:21 da Lucio.  Stampa.
Categoria: AUS vs ITA.

Ancora una volta, purtroppo per alcuni e per fortuna per altri, e’ arrivato quel periodo dell’anno in cui, secondo il celeberrimo proverbio, tutti sono piu’ buoni, il Natale. Regali, decorazioni, canzoncine, pranzi e cene, bla bla bla e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. Ebbene si, anche qui in Australia si festeggia il Natale, ma le differenze superano di gran lunga le similitudini col Belpaese.

Come potrei non partire dalla differenza piu’ lampante, immediata e visibile: il clima. Dopo una vita vissuta nell’emisfero nord a fagocitare filmetti natalizi americani con rappresentazioni di Babbo Natale che arriva con la slitta, e’ inevitabile associare questa festivita’ al freddo e alla neve. Ma qui, come molte altre cose del resto, e’ il contrario. Il Natale e’ il segno che l’estate e’ ormai sbocciata e camminare in centro tra gli alberi addobbati e le decorazioni in bermuda e infradito e’ la normalita’. Comodo finche’ si vuole, certo, ma qualcosa non quadra.

Per noi Italiani, inoltre, solitamente Natale viaggia a braccetto con l’andare in Chiesa, magari alla Messa di mezzanotte, con veglia inclusa. Nella religione Cristiana, il Natale rappresenta la nativita’ ed e’, assieme alla Pasqua, un evento chiave per i credenti. Anche il piu’ ateo di noi, infatti, non puo’ negarne l’accezione religiosa vista la preponderanza e popolarita’ del Cattolicesimo nel nostro Paese. Qui “giu’ di sotto”, invece, questa caratteristica e’, oserei dire, totalmente assente. I cristiani sono si la maggioranza della popolazione ma la presenza della Chiesa e’ molto meno diffusa e invasiva, visto il numero e l’importanza delle altre religioni. Ovviamente ci sono le messe, le canzoncine e tutto il resto ma quasi non ce se ne accorge. I negozi cinesi, per esempio, sono aperti anche il 25 perche’ a loro non glie ne po’ ffrega’ dde meno!

Tra le cose che ho avuto modo di classificare come tradizionali del periodo natalizio, oltre ai gia’ citati Christmas Party, ci sono lo scambio di regali o di semplici biglietti d’auguri (Christmas cards), che costano poco e rappresentano comunque un bel gesto anche tra semplici conoscenti. Sembra invece meno comune lo scambio di auguri con stretta di mano o con i classici bacetti sulle guance, cosa che da noi inizia puntualmente con l’arrivo del mese di Dicembre. Molto meno pressanti anche i tradizionali pranzi e cene di famiglia con eserciti di parenti riuniti, da cui e’ pressoche’ impossibile riuscire a svincolarsi, anche se questo e’ dovuto piu’ che altro alla diversa cultura in fatto di famiglia.

Per concludere, quindi, mi sento di dire che, soprattutto a causa delle condizioni climatiche opposte e della quasi assente connotazione religiosa, per me qui in Australia il Natale e’ snaturato ed e’ difficile viverlo come l’ho vissuto per il resto della mia vita, nonostante la comodita’ di girare in tenuta estiva e la liberta’ di sottrarsi a certi protocolli e tradizioni a volte ingombranti.

Tags: , , , ,
4 commenti

Il restyling continua

Postato lunedì 17 dicembre 2007 alle 15:45 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Blog.

Poco alla volta, il restauro alla vesta grafica e ai contenuti del blog, continua. Oggi sotto alla lente di ingrandimento ci sono quattro novita’/funzionalita’: i nuovi sfondi sfumati al posto delle immagini, l’aggiunta della barra laterale di sinistra, il ritorno del box Live from Sydney e un nuovo sondaggio. Eccone i dettagli:

  • Gli sfondi raffiguranti animali e luoghi che ricordano l’Australia erano senza un dubbio un valore aggiunto e una bella personalizzazione per il blog, e lo rendevano ancora piu’ Aussie. Pero’ il fatto che, essendo immagini, abbiano una dimensione fissa, creava problemi con i vari monitor e le ancora piu’ varie risoluzioni esistenti al giorno d’oggi, col risultato che spesso si vedevano le foto ripetute, affiancate o addirittura tagliate. Quindi, ho optato per degli sfondi sfumati color pastello, piu’ accessibili e gestibili, che potete, al solito, cambiare a piacere cliccando sui quadratini colorati sotto al titolo del blog.

I nuovi sfondi color pastello

  • Vista la grande quantita’ di informazioni che si stavano accumulando nella barra di destra e lo spazio libero comunque ancora disponibile nel layout della pagina, ho pensato di aggiungere una barra anche a sinistra, spostandovi alcuni dei box di destra, col risultato di riempire un po’ lo spazio vuoto e dare maggiore visibilita’ ai contenuti principali.

La nuova barra a sinistra

  • A causa di problemi tecnici, sempre riconducibili all’aggiornamento in corso, ho dovuto togliere temporaneamente la sezione Live from Sydney dalla barra di destra che, ricordo per chi non lo sa, visualizza informazioni in tempo reale che inserisco via sms o via web. Ora e’ tornata normalmente funzionante al suo posto.

Live from Sydney e’ tornato

  • Dopo il buon esordio del primo sondaggio circa due settimane fa sulla vostra permanenza down under, chiusosi oggi con 37 voti totali, con una netta (oltre 50%) prevalenza di chi vuole venirci prima possibile, eccone un altro sempre riguardante l’Australia che vi chiede cosa vi viene in mente quando pensate a questa Nazione. A voi la risposta ovviamente e, come sempre, se volete aggiungere qualcosa, fatemelo sapere.

L’Australia ti fa venire in mente…

Non creero’ un sondaggio apposito per questo ma vorrei comunque farmi un’idea di quanti di voi si erano effettivamente accorti di queste novita’ prima di questo post. Ancora una volta, lo strumento che avete a disposizione per far sentire la vostra voce e dirmi cosa ne pensate, se siete d’accordo, se avreste fatto diversamente o quant’altro, sono i commenti.

PS Inoltre, c’e’ anche un’altra novita’ che ho introdotto da qualche tempo ma e’ un po “nascosta” o per lo meno non ancora completamente sviluppata e funzionante. Qualcuno con una particolare capacita’ di osservazione ha qualche idea?

Tags: , ,
7 commenti

CCCP (Cene, Cellulari, Christmas Party)

Postato martedì 11 dicembre 2007 alle 15:23 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita sociale.

Dopo tre anni di glorioso e competente servizio, il mio leggendario Nokia 6600 e’ andato in pensione. Nonostante l’esperienza accumulata sul campo e le varie battaglie affrontate e superate, non ha retto all’ultima sollecitazione in ordine di tempo. Durante la festa in barca di un paio di settimane fa, infatti, e’ purtroppo scivolato (anche se la scientifica sta ancora indagando perche’ pare sia stato spinto) nel frighetto delle bevande, ovviamente pieno di ghiaccio e acqua.
Il bollettino medico parla di ferite gravi e di invalidita’ permanente allo schermo che, pur funzionando ancora, non si illumina piu’, rendendone l’utilizzo molto problematico. Inoltre, la batteria gia’ da tempo accusava i colpi inevitabili della vecchiaia e non era piu’ piena di carica (eh eh bella questa) come una volta. Grazie alla stagione natalizia alle porte non e’ stato difficile trovare un’offerta per rimpiazzarlo con un elegante Nokia 6300, che ha tutte le carte in regola per fare altrettando bene.

Ogni anno il Natale porta con se’, oltre ai doni, gli immancabili Christmas Party, che qui a Sydney, complice la bella stagione, riscuotono particolare successo. Quest’anno ho deciso di disertare quello della mia agenzia, visto che era una fotocopia di quello precedente e cadeva di mercoledi’ sera (non esattamente la sera migliore per far festa) ma ho partecipato invece con piacere al party privato di un collega canadese (il mio tennis partner) che vive in un bellissimo appartamento sulla spiaggia a Manly, una delle zone piu’ belle di Sydney. Nonostante gli altri invitati avessero mediamente una ventina d’anni piu’ di me, la serata e’ stata molto piacevole e ho potuto conoscere molte persone interessanti, manco a dirlo, da tutte le parti del mondo. Verso mezzanotte ho poi levato le tende per incontrarmi con altri amici ma so che la festa e’ continuata gaiamente (?) per un altro paio d’ore.

Domenica sera invece cena asturiana (spagnola) con Manuel, due suoi colleghi e amici con cui spesso facciamo serata (tra cui il famoso abitante della Casa del Popolo) e il loro manager iraniano/italiano/australiano Mose’. Ovviamente abbiamo mangiato paella e tapas e la qualita’ era onestante molto buona anche se, nonostante anni e anni d’esperienza con cene spagnole, ci siamo fatti prendere la mano con le caraffe di sangria che, a 19$ cadauna, hanno fatto lievitare il conto non poco. Ma tanto si sa, a Natale si e’ tutti piu’ buoni (questa centrava poco ma non sapevo come chiudere!).

Tags: , , ,
5 commenti

Pagina 1 di 2:12