La potenza del Web

Postato lunedì 17 settembre 2007 alle 17:33 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Viaggi e vacanze.

Come vi avevo promesso tempo addietro, eccovi narrato l'aneddoto di Malpensa, a cui ancora adesso stento a credere. Piu' ci penso e piu' mi sembra incredibile. Immaginatevi la seguente scena:

Domenica 26 Agosto 2007, ore 20.12
Aeroporto di Malpensa, Milano
Controllo passaporti – Partenze internazionali

Lucio: "Vai prima tu col passaporto che io devo sistemare lo zaino."
Manuel: "OK."
(Il poliziotto fa cenno a Manuel di avanzare verso di lui, mentre io rimango dietro a osservare.)
Poliziotto: (Senza neanche aprire il passaporto e con espressione seria) "Ah, tu sei Manuel!"
M: (Con colorazione istantanea del viso rosso acceso) "… Si…"
("Ecco, adesso lo arrestano!" ho pensato io vedendo lo sketch)
P: "Eh infatti ti aspettavo."
M: "…"
P: "Tu sei Lucio invece, vero? Vieni pure avanti anche tu!"
L: "OK…" ("Vabbe', divideremo la cella…")
(Il poliziotto esce dalla sua postazione e si avvicina a noi due, chiaramente esterrefatti e increduli.)
P: "Vi stavo aspettando ragazzi, sapevo che vi sareste imbarcati stasera, l'ho letto sul vostro blog! La settimana scorsa durante il turno di notte cercavo informazioni sull'Australia e ho trovato per caso il vostro sito e mi sono letto tutta la storia in un colpo solo!"
L e M: (Senza parole.)

Ebbene si, quando ormai ci eravamo gia' immaginati a San Vittore a scontare l'ergastolo per un crimine mai commesso, lasciandoci per sempre alle spalle (Mauritius e) Sydney, abbiamo invece tirato un grosso sospiro di sollievo. Gianluca (questo il nome del poliziotto) sapeva del nostro arrivo e ci stava aspettando al varco (in tutti i sensi!) per scambiare quattro chiacchiere! E tutto questo grazie al nostro blog e a Internet! Strano, no?

Gianluca e' un ragazzo di Roma in servizio a Milano e, come avrete capito, anche lui sta pensando ad un viaggio in Australia. Il suo progetto e' simile al nostro: arrivare a Sydney, ambientarsi, cercare un alloggio, un lavoro e conoscere la citta'. Durante la nostra conversazione ci ha colpito particolarmente la grande quantita' di particolari che si ricordava dalla lettura del blog e questo ovviamente ci ha fatto molto piacere. Praticamente sapeva piu' lui della nostra esperienza di quanto potessimo noi ricordare!

In quei dieci minuti abbiamo parlato di varie cose riguardo la terra dei canguri anche se lo stupore era ancora stampato sui nostri volti. Gianluca ci ha infatti rivelato che da un po' di tempo sta ricevendo molti "segnali" legati all'Australia, ultimo dei quali il nostro passaggio proprio dalla sua postazione, proprio durante il suo turno, in un terminal che solitamente non ospita Air Mauritius! A quanto pare il caso esiste allora! (Vero Ricky?)

Alla fine della chiacchierata abbiamo quindi salutato Gianluca, dandogli appuntamento proprio qui down under fra qualche tempo, magari per ridere ancora una volta di questa incredibile fatalita'!

Tags: , ,
12 commenti

Pagina 1 di 1:1