Partenze

Postato giovedì 5 aprile 2007 alle 16:49 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Vita sociale.

Molto spesso la differenza in un viaggio non la fanno i posti visitati e gli alberghi frequentati, bensì le persone con cui si divide il proprio tempo. Qui a Sydney ho conosciuto più gente in sei mesi che in Italia negli ultimi dieci anni credo. E tutti loro, chi più chi meno, hanno lasciato un segno nel libro immaginario che racconta questa mia avventura.

Sabato scorso siamo stati alla festa di addio di un ragazzo di Sondrio, Saul, che abbiamo conosciuto a Novembre e con il quale, specialmente io, abbiamo passato molte serate in giro. Dopo un anno in Australia, per lui e’ arrivato il momento di tornare in patria, non prima di aver trascorso venti rigeneranti giorni in Thailandia. Purtroppo la volatilità dei legami e’ uno dei lati negativi che sto notando: gente che va, gente che viene ma un po’ di difficoltà a stabilire rapporti duraturi.

La festa, come prevedibile, e’ stata un successone, tant’è che vi abbiamo passato tutta la serata. Il luogo dell’evento era la casa dove ha vissuto Saul, una grande abitazione da otto stanze, e la gente proveniva un po’ da tutto il mondo: la nazione più rappresentata era l’Italia (siamo o no Campioni del Mondo?!), seguita dalla Francia (eh si’, secondi un’altra volta…) e vari altri paesi. La chicca e’ stata la Nuova Caledonia (isoletta del Pacifico). Inutile dire com’era ridotta la casa, specialmente la cucina, alla fine delle ostilità…

Vorrei cogliere quindi l’occasione per salutare e ringraziare Saul per il tempo trascorso insieme e augurargli in bocca al lupo per tutto, con la promessa di beccarci in futuro in Italia. Inoltre vorrei salutare anche le seguenti persone, conosciute tutte a Sydney e gia’ ripartite per i vari luoghi d’origine: Paola da Napoli, Giacomo da Livorno, Laura da Monza, Hitomi e Rieko dal Giappone, Mark e Ivonne dalla Germania, David dalla Corea, Caio dal Brasile e tutti gli altri che al momento mi sfuggono!

Tags: , , ,
4 commenti

Sei mesi

Postato lunedì 2 aprile 2007 alle 16:40 da Lucio.  Stampa.
Categoria: Aggiornamenti.

Ebbene si, oggi sono esattamente sei mesi che siamo arrivati a Sydney. E secondo il progetto iniziale dovremmo ormai essere sulla via del ritorno. Tante cose pero' sono cambiate nel frattempo e, come sapete, ho deciso di restare qualche altro mese.

Il bilancio e' personalmente molto positivo, sono partito per fare un'esperienza di vita all'estero, sopravvivere lontano da casa e imparare a cavarmela (quasi) da solo. Migliorando l'inglese magari. Beh, con il prezioso aiuto dei miei soci Manuel e Riccardo, obiettivi centrati in pieno. Ho avuto poi la fortuna di poter lavorare nel mio settore, ampliando le mie competenze e il mio curriculum. Ho conosciuto una marea di gente nuova, da tutto il mondo, che mi ha arricchito enormemente e sto vivendo esperienze irripetibili e indescrivibili. L'unica cosa che mi posso augurare ora e' che i prossimi mesi siano come i primi sei.

Certo c'e' un rovescio della medaglia. Come dice il proverbio, chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa quel che perde ma non sa quel che trova. In Italia ho la famiglia, gli amici e la routine, che a volte puo' essere anche una cosa buona. Ma sono sicuro che, specialmente i primi due, sapranno tener duro ancora un po'…

Tags: , ,
5 commenti

Pagina 2 di 2:12